attualita' posted by

SECONDA PETROLIERA ESPLOSA IN TRE SETTIMANE. L’Arabia Saudita parla di “Intervento esterno”

 

 

La BW Rhine, una nave cisterna che trasporta benzina, battente bandiera di Singapore, ha visto una forte esplosione a bordo lunedì scorso dopo essere stata colpita da “una elemento esterno”, ha detto Haifna, una societa di navi cisterna del gruppo BW che possiede e gestisce la nave. Si tratta del secondo attacco ad una nave cisterna in tre settimane.

BW Rhine è stato “colpito da un elemento esterno mentre scaricava intorno alle 00:40 ora locale del 14 dicembre 2020”, ha detto AP News, citando una dichiarazione di Haifna, “causando un’esplosione e conseguente incendio a bordo”.

L’incidente è avvenuto al largo della città portuale dell’Arabia Saudita di Jeddah.

 

Al momento dell’incidente, la nave trasportava più di 60.000 tonnellate di benzina da una raffineria di Aramco a Yanbu.

Haifna ha confermato che l’esplosione ha causato un incendio a bordo della nave. È stato riferito che tutti i 22 marinai hanno evacuato la nave senza lesioni e ore dopo i vigili del fuoco hanno spento l’incendio.

“Il comandante ha immediatamente interrotto tutte le operazioni di scarico e ha adottato le procedure di emergenza a bordo.”

L’armatore ha inoltre affermato che “è possibile che del petrolio sia fuoriuscito dalla nave, ma ciò non è stato confermato e la strumentazione attualmente indica che i livelli del petrolio a bordo sono allo stesso livello di prima dell’incidente”.

 

È noto che i ribelli Houthi sostenuti dall’Iran dello Yemen dispieghino mine marine nelle acque del Mar Rosso. L’area è una zona di transito critica per la spedizione globale e i prodotti energetici.

Finora nessuno ha rivendicato l’attacco.

La Repubblica islamica dell’Iran è stata immediatamente sospettata di essere lo sponsor segreto di tali attacchi dirompenti alle operazioni di transito del petrolio nell’area del Golfo e  del  Mar Rosso . Ciò è in parte dovuto al fatto che la élite del Corpo delle Guardie Rivoluzionarie Islamiche (IRGC) ha recentemente promesso una guerriglia marittima nel caso di una minaccia all’esportazione di greggio iraniano.

La società di sicurezza marittima Dryad Global ha affermato che se gli Houthi fossero dietro l’attacco, “rappresenterebbe un cambiamento fondamentale sia nelle capacità di targeting sia nelle intenzioni di attacco”. .

I futures sul Brent sono leggermente cresciuti, mantenendo il livello critico di 50 dollari al barile dopo l’incidente.

 

L’incidente arriva anche quando le tensioni tra Stati Uniti e Iran sono aumentate vertiginosamente nelle ultime settimane. All’inizio di questo mese, il principale scienziato nucleare di Teheran è stato ucciso in un attacco sospettato di essere stato condotto da Israele.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal