attualita' posted by

SCEGLIERANNO CHI VIVE E CHI MUORE. CHI E’ RESPONSABILE DI QUESTA SITUAZIONE. E Meluzzi….

Poche parole, tanti fatti, che vi presento con le immagini. Da Libero, di oggi, la tremenda verità:

Già prima se avevate più di ottanta anni e vi presentavate con  una polmonite in ospedale vi davano una priorità bassissima. Oggi le indicazioni date alla Siaarti (Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva) sono di salvare   «chi ha più probabilità di sopravvivenza e chi può avere più anni di vita salvata»,

I posti sono pochi, quindi bisogna riuscire a razionalizzarne l’uso. Come le scialuppe sul Titanic non ci sono i posti per tutti,  quindi prima di tutto le donne, i bambini e quelli che possono pagare.

Chi ha la responsabilità, anzi SI VANTAVA DEI  TAGLI: basta leggere questo articolo su AGI del 2017. Yoram Gutgeld, commissario straordinario alla Spending Review, (Partito Democratico, ça va sans dire)  si vantava dei tagli miliardari alla spesa e di aver calato il numero degli addetti nella Pubblica Amministrazione (esclusa la scuola) di 84 mila unità.

Tutti tagli che sono anche tagli a medici, infermieri, posti letto, rianimazioni. Ed oggi si seleziona chi può vivere e chi deve morire. 

Infine, proprio per terminare con le contraddizioni nella spesa pubblica, vi invitiamo a sentire Alessandro Meluzzi in questo intervento a Radio Radio. Ora si elemosinano 7,5 miliardi alla UE, ma si sono trovati 10 miliardi per l’accoglienza….


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed