attualita' posted by

Robert Shiller: il mercato azionario potrebbe crollare del 50%

 

Il noto economista e premio Nobel Robert  Shiller ha concesso un’intervista al giornale tedesco Handelsblatt piuttosto interessante perché presente le sue visioni sulle aspettative di mercato e l’economia in generale. Prima di darvi un estratto del suo pensiero voglio avvisarvi che Robert Schiller ha sempre avuto un realismo al limite del pessimismo.

MERCATI: Robert Shiller è un esperto di mercati, soprattutto, per la verità , immobiliari. Due anni fa affermò che il mercato azionario era sopravvalutato del 40%, ma successivamente i valori non sono crollati, nonostante il covid-19. Questo ha lasciato un po’ stupito da questa resistenza, dovuta, soprattutto, all’intervento delle banche centrali. Comunque secondo Shiller il valore attuale è il più alto degli ultimi 100 anni, raggiunto solo brevemente durante la bolla delle Dot-Com. Quindi una forte correzione è inevitabile, e Shiller lo vede della dimensione fra il 33% e il 50%. E come nel 1929 , ora si inizia a parlare di sopravvalutazione e questo rende il momento di rottura più vicino. 

MERCATI “COMPLICATI” Un problema ulteriore nel valutare i mercati odierni proviene però dal fatto che non ci sono più investitori istituzionali che hanno la funzione di guidare il mercato. Come dimostra Robinhood e GameStop ormai ci sono una marea di investitori privati guidati dall’avidità e che sfruttano mezzzi di comunicazione moderni. Questo cambia profondamente la percezione dei valori e dei prezzi.

CRIPTOVALUTE: Shiller ci rivela che ha perfino pensato di acquistare Bitcoin, impressionato dalla tecnologia, ma ci ha rinunciato per la volatilità;

INFLAZIONE: L’inflazione potrebbe diventare il cuore della narrativa economica,  come in tempo di guerra, ma qui l’inflazione è causata non dalle bombe, ma dalle rotture delle catene logistiche. Noi diremmo che l’accumulo della deflazione legato alla decentralizzazione della produzione e da supply chain lunghe e rischiose si è improvvisamente arrestato. Semplicemente i prezzi stanno tornando a livelli più coerenti con un livello normale di globalizzazione.

DEBITO DEGLI STATI: Shiller vede un’oscura dalla crisi con debiti pubblici molto elevati, sia nei paesi avanzati sia in via di sviluppo. Non vede in ciò un elemento negativo, se si utilizzano i tassi di interessi limitati per aumentare gli investimenti produttivi.

ECONOMIA DEL FUTURO. Shiller non esclude un futuro in cui i consumi verranno a calare anche a causa della tecnologia e della AI. Ad esempio la possibilità di lavorare a distanza ridurrà la necessità di muoversi. Nello stesso tempo però questo provocherà sconvolgimenti economici che verranno imputati alla AI stessa e alla situazione economica attuale. Shiller vede più probabile una spinta protezionistica e nazionalistica più forti.

CINA Vs USA Shiller vede un pericolo ben maggiore rispetto all’inflazione nel confronto fra occidente e Cina;

TRUMP vs BIDEN: Shiller non vede impossibile il ritorno di Trump alla presidenza, dopo il fallimento del tentativo di Biden di pacificare la società.

Shiller ha una visione coerente con la generale politica progressista accademica USA, ma  presenta, almeno dal punto di vista economico, alcuni spunti interessanti. Se non altro non vede un distaserò da debito o da inflazione, ma da bolla finanziaria.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!
PayPal