euro posted by

RENZI: PROVE TECNICHE DA VERO SALSICCIAIO

Due servi del vecchio padrone di casa, “Popolo” (ossia il popolo Ateniese) detestano un terzo servo, Paflàgone, poiché quest’ultimo si è assicurato i favori del padrone con un comportamento ipocrita e falsamente adulatorio, ed è arrivato a spadroneggiare in casa facendo tutto ciò che vuole.

I due servi prendono allora una decisione: contrapporranno a Paflagone un salsicciaio, col preciso scopo di portare il padrone “Popolo” (ossia il popolo Ateniese) a preferire questo salsicciaio a Paflagone. La scelta di utilizzare un salsicciaio è tutt’altro che casuale: costui è un individuo ancora più immorale, cinico ed ignorante di Paflagone stesso, e quindi particolarmente adatto allo scopo.

***********************

Screenshot_10

Nota del redattore: questa foto è qui perché il caso volle che (indipendentemente dagli epiteti sopra riportati) la situazione alle europee mi richiamasse alla mente quest’opera, “I cavalieri” di Aristofane, che dette il la alla satira politica, non perché ritenga i due leader “immorali, cinici ed ignoranti”, lungi da me un simile pensiero! Anzi, la mia stima verso questi due noti personaggi è davvero massima! Uno, ovviamente, molto più dell’altro!

*******************

Il salsicciaio (appoggiato dal coro dei cavalieri, ovvero da quelli che contano in casa) affronta il rivale in una ridda di minacce, insulti, vanterie e aggressioni fisiche. Il duello poi continua davanti al padrone, “Popolo”, in una serie di scontri verbali, ma anche di lettura di responsi oracolari e persino di preparazione di prelibatezze culinarie, in cui i due contendenti si rivelano sempre più beceri ed abietti. Il salsicciaio, con discorsi di bassa demagogia, riesce infine a risultare vincitore.

Popolo, tuttavia, a questo punto afferma di non essere così stupido come sembra, e che il suo obiettivo era quello di attendere il momento giusto per punire i disonesti. Ecco quindi che, con un rito magico, il salsicciaio (ormai diventato un uomo civile e stimato di nome Agoracrito) ridona a Popolo la giovinezza e gli presenta una bella fanciulla, la Tregua, con la quale il vecchio ora ringiovanito convolerà a nozze e vivrà ricco di sani propositi.

Ma guarda, dopo aver massacrato:

  • articolo 18,
  • PMI,
  • Scuola,
  • Sanità,
  • Quieto vivere sociale (con invasione extracomunitari),
  • Giovani (con disoccupazione al 40%),

sulla via di Damasco il buon Renzi viene colpito dalle sofferenze del suo Popolo e decide che è ora di fare il suo bene e non quello dei biechi burocrati di Bruxelles:

Screenshot_7

E di rilanciare azioni a favore del “Popolo” Italiano, affinché stia meglio da subito e, in futuro, goda della massima prosperità:

Screenshot_6

Misure in favore della povertà infantile;

Screenshot_5

Misure in favore della povertà in generale;

Screenshot_4

Riduzione delle tasse per tutti!

Quasi quasi sono felice di esser nato italiano e rimpiango un po’ meno non esser russo e aver dovuto rinunciare a tutto il ben di Dio che esiste in quella nazione!

Sarà l’effetto @meb che ha colpito anche l’amico Stefano Fugazzi?

Non lo so!

So solamente che per trasformarsi davvero in un Salsicciaio, l’amico Renzi dovrebbe apprendere dai padri costituenti l’economia che essi decisero di mettere in piedi per l’Italia. A tal proposito ci aiuta il pezzo messo dall’amico Avvocato Mori:

http://www.studiolegalemarcomori.it/un-confronto-impietoso-mattarella-vs-ghidini-un-padre-costituente-evidenzia-linadeguatezza-del-presidente-della-repubblica/

In esso vi è contenuto questo passo:

Screenshot_11

Sebbene si creino imprese meno competitive a livello mondiale, con la tipologia di mercato precedentemente in essere, lo stato si garantiva che l’azione degli attori economici fosse orientata verso il bene comune e, quindi, prima dell’egoistico superprofitto connesso alla produttività in senso alemanno, sarebbe venuto l’interesse pubblico!

Ovviamente, al fine di rendere compiuta una simile tipologia di economia, che definiremmo “costituzionale”, nel senso di attinente alla Costituzione, è necessario porre limiti alla movimentazione dei capitali per renderla lenta e coerente con la movimentazione dei patrimoni (capannoni e macchinari) e delle persone (operai e impiegati). Tale viscosità, sintetizzata nella ricostituzione delle frontiere doganali, nel controllo pubblico sul sistema bancario e nel monitoraggio della movimentazione dei capitali, sarà la caratteristica principale delle economie che torneranno in auge appena l’Eurozona crollerà.

Non sappiamo il quando ma siamo certi che avverrà! In quel tempo, l’oracolo racconta, l’ordine naturale delle cose prenderà il sopravvento su sistemi sovranazionali che spingono il sistema a definire un popolo, ad esempio gli Italiani, “autoctoni” (ossia gente nativa del posto):

Screenshot_13

di modo si possa tranquillamente operare la sostituzione dei nativi con popolazioni dai bisogni più limitati (quindi disponibili a guadagnare molto di meno dei nativi, abituati all’inflazione del luogo e quindi a determinati introiti) per rendere coerente l’economia produttiva di un posto con il preordinato sistema sovrastante. Ripeto, in quanto sistema non naturale ma progettato in modo del tutto innaturale, esso è destinato a crollare sotto il peso dei suoi fallimenti (il buon Cucca mi ha fornito giusto ieri la bad news della bilancia commerciale italiana):

Screenshot_12

nascenti, ovvi e ben più naturali, nazionalismi!

Quindi, caro il mio Renzi, se desideri trasformarti in un vero Salsicciaio non ti rimane che tornare alle riforme del buon Beneduce (post crisi del 1929), abbandonare l’equazione dell’austerità espansiva:

equazione bilancio austerity

ritornare all’economia della Costituzione e alla equazione di bilancio di seguito esposta:

Screenshot_14

che, in quanto biancarossoverde rappresenta la vecchia e cara lira (il rosso evidenzia la monetizzazione del debito pubblico tramite stampa di banconote)!

“Ad maiora”

Maurizio Gustinicchi

A MAURI E IL PROF

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog