attualita' posted by

QUEL (NON TANTO) SOTTILE RAZZISMO CHE SEMPRE CONTRADDISTINGUE I TEDESCHI: L’ULTIMA PROPOSTA DELL’IFO PER I PAESI MEDITERRANEI

 

 

Uno dei principali Think Tank tedeschi di economia è l’IFO, che si occupa di una serie di rilevazioni importanti quali l’indice di confidenza economica degli imprenditori. Inoltre ha fatto alcuni studi molto interessanti , fra i quali questo in cui si afferma come la Germania non abbia avuto nessun vantaggio dall’euro, naturalmente ignorando gli effetti sulla bilancia commerciale (ça va sans dire) e minimizzando quelli sugli interessi, oppure quest’altro in cui si mette in guardia dall’innalzare la paga minima dei lavoratori tedeschi se si vogliono integrare anche i rifugiati. Non si voglia mai che questi ultimi guadagnino decentemente, e così magari anche la parte più povera della classe operaia tedesca. Che il  Lumpenproletariat viva per sempre !

Il culmine però di questa generosità sociale lo si raggiunge con un’idea pubblicata sul quotidiano tedesco Die Welt e che potete leggere qui.

Prendendo spunto dal sistema bancario, ove esistono obbligazioni “Senior” e “Junior” a seconda del grado di partecipazione al rischio imprenditoriale della banca stessa, con le Junior che possono essere chiamate a compartecipare al capitale. Però come si può trasportare questa sui bond statali ?

L’idea di Clemens Fuest , capo dell’IFO, è semplice:  i debiti emessi con nuovo deficit da parte degli stati europei NON dovrebbero essere garantiti dagli altri stati (riteniamo che si riferisse alla garanzia dell’ESM), ma ricadere sotto la responsabilità del singolo stato.

In questo modo , secondo Fuest, questi titoli verrebbero a pagare un tasso di interesse molto maggiore (si parla del 4%) e  questo porterebbe alla disciplina gli stati più generosi, o almeno, da quello che si capisce, placherebbe la sete di giustizia degli austeri teutonici.

Clemens, di nome, ma non di fatto, ha quindi raggiunto con quest’idea la sua perfezione: i debiti vengono puniti, anche sulla pelle dei vari popoli europei. Veramente un esempio di fratellanza.

Carissimo Clemens ti faccio alcune semplici osservazioni :

a) aggiungere degli interessi ad uno stato con bilancio in deficit soddisferà il tuo sadico bisogno di ordine, MA non aiuta a raggiungere il pareggio di bilancio, anzi , di solito lo affonda

b) Il pareggio di bilancio è raggiunto, comunque, sulla pelle della gente, Di solito povera.

c) Il fatto di non avere la garanzia dei fondi ESM non cambia una cippa. I suoi 700 teorici miliardi non mastano neanche per 1/3 del solo debito italiano.

d) Puoi vietare alla BCE di acquistare i titoli in questione. Certo, e penso che lo stato soggetto ti ringrazierà per la spinta politica che gli stai dando per uscire da Euro ed Europa.

e) Paesi fuori dall’Euro , senza garanzia dell’EMS, pagano interessi risibili. Il Bond Ceco 10Y paga 0,67%. Ungheria il 3,6%, ma con inflazione ben maggiore dell’Italia. Però hanno moneta propria. A questo punto perchè restare nell’Euro?

 

Scusate se questa volta ho perso la pazienza, ma , sinceramente, una proposta così stupida da parte di un istituto economico non me l’aspettavo. Dietro a questa c’è tutto l’odio per il poco benessere che ancora detengono i paesi “Debitori” e quindi “Colpevoli peccatori”. Del resto in Germania debito e peccato sono la stessa parola.

Grazie mille e scusatemi.

Seleziona lista (o più di una):


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog