attualita' posted by

Parte la guida completamente autonoma di Tesla. Però potrebbe non fare le cose giuste…

Finalmente Tesla mette in commercio la sua famosa “Full Self Driving“, cioè finalmente un’auto costruita in serie fornisce la possibilità di avere la guida completamente autonoma, anche se per ora l’opzione è un “Beta” quindi non disponibile per tutti

Quindi in teoria adesso quindi c’è un sistea di guida che permette all’auto di andare da sola fuori dalle autostrade  anche in ambiente urbano. peccato che nella presentazione del software la stessa casa dica  che “Bisogna prestare molta attenzione alla guida”, “Bisogna tenere le mani sul volante” e, soprattutto, “L’auto potrebbe fare la cosa peggiore nel momento sbagliato“. Ora penso che vi sentirete molto sicuri nell’affidarvi a questo sistema autonomo.

Comunque chi lo ha provato è rimasto a bocca aperta (oltre che un pochino impaurito) perchè l’auto ha effettivamente fatto quello che ha promesso: circolato in ambiente urbano con semafori, senza nessun linea stradale da seguire, e di notte, senza particolari problemi.

L’auto ha svoltato da sola,  mettendo anche la freccia, si è immessa nel flusso del traffico stradale senza problemi, si è fermata al semaforo ed ha anche svoltato a sinistra senza invadere la corsia sbagliata e senza toccare le auto parcheggiate. Un grande risultato per un’auto che non è neppure dotata di LIDAR, il radar laser utilizzato da altre case per evitare gli oggetti.

questo sistema è un Beta cioè un test, fra l’altro piuttosto limitato anche perchè, in questa fase, viene venduto a 2000 dollari. Però le fasi “Beta”, di test, sono fatte per essere superate e concluse. I software possono essere duplicati a costi limitati, Questo esperimento viene ad aprire una nuova fase nell’evoluzione delle AI tale da portare una rivoluzione nel settore del lavoro: che ne sarà degli autisti di bus urbani e di taxi quando la auto o i pulmini si guideranno da soli? Ormai è questione di anni, anche pochi.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito