attualita' posted by

Obbligo vaccinale: sanitario Reintegrato con provvedimento d’urgenza ex 700 CPC

 

Un sanitario sospeso in quanto non vaccinato viene reintegrato con un motivato e lungo procedimento di urgenza ex art 700 CPC da parte del Tribunale di Padova. Si tratta di un provvedimento molto importante perché, anche per le motivazioni, apre la strada a una serie di ricorsi d’urgenza anche in altre città italiane che possono portare in brevissimo tempo i lavoratori ancora dove appartengono, cioè ai propri posti di lavoro.

Il giudice ha ben motivato la decisione. Comprendendo che la ragione dell’obbligo vaccinale per i sanitari è quella della tutela dei terzi, non propria, contesta la decisone con i dati relativi al boom di casi positivi proprio nel pieno della campagna vaccinale, senso che la stessa non è efficace nel fermare i contagi. Tutto questo viene quindi a far ritenere fondate le ragioni che ritengono il provvedimento dell’obbligo vaccinale illegittimo, anche nell’ottica della tutela del lavoro dal punto di vista giuslavoristico e della tutela dei diritti costituzionali. Per tutti questi motivi il giudice d’urgenza accetta l’istanza di reintegro del lavoratore sanitario, che tornerà quindi a svolgere la propria opera, e a percepire la propria remunerazione, in un istituto sanitario privato.

Per chi vuole legegre la sentenza può trovarla allegata qui.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal