analisi e studi posted by

“Nulla sarà più come prima” (poesia di G. Palma nella giornata mondiale della poesia)

Nella giornata mondiale della poesia, in piena emergenza epidemiologia, l’ho scritta chiudendo gli occhi:

Nulla sarà più come prima

Ti alzi al mattino e credi d’aver fatto
un brutto sogno. Un incubo che dici:
“adesso mi riprendo”. Poi t’accorgi
che è tutto vero, e che ci vuole
tempo, ogni giorno ce ne vuole
sempre di più. E nulla sarà più
come prima. Non eravamo pronti,
come in tutte le devastazioni
della vita. I giorni non saranno
più tutti uguali, come le estati, che
non avranno più lo stesso sapore.
Eravamo la prima generazione
a non aver conosciuto la guerra,
o la peste. Ma solo la libertà.
Ora nulla sarà più come prima.
Quei carri armati che portano via
i cadaveri di questa nuova peste,
sembrano monatti gentili,
e ti si strozza la gola al pensiero
di finire cremato, sapendo che
neppure l’occhio d’una figlia o
d’una madre ti vedranno per
l’ultima volta. Per l’ultimo saluto.
Conserveremo tutto, saremo
accorti come i nostri nonni
e perderemo la frivolezza che
avevamo. I timbri delle nostre voci
si faranno gravi. E gli occhi si
spegneranno. Per sempre.

[Giuseppe Palma]

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal
comments powered by Disqus

Seguici:

RSS Feed