attualita' posted by

Michael “Big Short” Burry liquida quasi tutto il suo portafoglio. Resa o “Preparazione al peggio”?

 

Scion Investiment, la società di Michael Burry, ha liquidato quasi tutte le sue posizioni, soprattutto le opzioni  “Call”  e “Put”, cioè di acquisto e di vendita  a termine, e ora il suo portafoglio appare vuoto. Michael Burry  è noto per aver previsto la bolla immobiliare del 2007, per aver anticipato il boom di Gamestop, e in generale per essere un investitore controcorrente, ma spesso geniale.

Vediamo qual è l’ultimo modulo  13F di Scion appena pubblicato per il terzo trimestre terminato il 30 settembre, nel quale si rivelano obbligatoriamente le posizioni di borsa.   Come mostrato nella tabella seguente, dopo aver costruito un  portafoglio molto aggressivo negli ultimi trimestri, inclusi miliardi di nozionali tra call e put, Burry sembra aver distrutto il suo portafoglio nel terzo trimestre terminato a settembre:  su 22 posizioni totali (incluse le opzioni) presenti alla fine del secondo trimestre, cioè al 30 giugno, ora Scion detiene solo  sei partecipazioni, tutte “Long” stock, cioè azioni da investimento.

I suoi più noti “Short” (cioè contro), cioè quelli contro Tesla e contro il fondo Ark, sono stati chiusi, e lo stesso è accaduto per le posizioni long (di acqusito) su Facebook e Alphabet/Google. Alla fine gli sono rimasti investimenti in un pugno di titoli: CVS Helth (Farmacie) GEO Group, Corevic, Lockheed Martin , Now e Scynexis. Tecnologia e farmaceutici.

La chiusura delle posizioni contro Tesla, fatta con il titolo a quotazioni elevate quasi due mesi fa, sicuramente gli sono costate un bel po’ di denaro, mentre le altre chiusure non gli hanno portato forti utili. Allora perché le ha fatte? Ecco le mie due ipotesi:

  • sente che il mercato è drogato dalla politica espansiva della FED e che quindi gli short, le posizioni di vendita a termine, non hanno senso quando le quotazioni non rispecchiano i valori reali delle società (Vedi i casi Tesla e Rivian);
  • si aspetta una forte tempesta sui mercati e vuole rimanere liquido.

Non ci vorrà molto per sapere la verità.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal