attualita' posted by

“Liberismo” o “Democrazia”: il problema del discorso di Mario Draghi alla scuola Sant’Anna

 

Il recentissimo discorso di Mario Draghi, tenuto il 14 dicembre scorso, presso la Scuola Sant’Anna, pone in evidenza un profondo problema di incomprensione. Vi invitiamo ad ascoltare le pare del Governatore:

Il problema è che queste parole “Regimi illiberali”, “Democrazia” etc sarebbero banali se pronunciati da persone comuni . Perchè cosa si intende per “Regimi illiberali”? Un governo che cercasse di raggiungere la piena occupazione ad ogni costo sarebbe illiberale? Un governo che ponesse l’accento sull’economia reale piuttosto che su quella finanziaria sarebbe illiberale? Andando sul pratico, un governo che giudicasse solo come obbligazioni derivanti da finanziamenti nel settore reale siano degne di tutela legale, mentre i contratti derivati “Naked” solo delle mere scommesse, sarebbe illiberale? Un governo che chiedesse di monetizzare, ad esempio, una parte del deficit scambiando un’inflazione al 3 % in cambio di grossi investimenti sarebbe illiberale? E se non firma il Global Compact?

Il problema è che , sentendo il Governatore Draghi, la democrazia è degna solo se difende il “Liberalismo”. Però se la “Libertà”, di parola, di pensiero e di impresa può essere definito un valore degno di tutela al fianco della Democrazia, l’indipendenza della Banca Centrale è un valore superiore rispetto alla Democrazia stessa ?

Questi sono i grossi dubbi che il discorso del Governatore Mario Draghi, a capo dell’istituzione più illiberale e più antidemocratica d’Europa non è riuscito a sciogliere. Perchè la democrazia può essere un valore assoluto, il generico “Liberismo”, al di sopra del popolo, no.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi