attualita' posted by

LETTERA APERTA A MATTEO RENZI SUL PPOGRAMMA DEL PD

Carissimo segretario

segretario o presidente , cosa preferisce, forse il berlusconiano presidente le si addice di più. Le prossime elezioni saranno una prova decisiva per il PD, quasi epocale: tutte le socialdemocrazie europee hanno preso bastonate dalle ultime tornate elettorali, come il PS in Francia, quasi scomparso, i Socialisti in Grecia, estinti, la SPD in Germania, fortemente ridimensionata. In questo momento il PD è veramnte il più grande partito socialista in europa, anche perchè ha evitato per 5 anni tornate elettorali.

Lei in passato ha fatto affermazioni in economia per lo meno peculiari. Ad esempio

Quando ha affermato che è “Di sinistra” ridurre il debito, forse dimenticando che questa riduzione sinora è avvenuta sulla pelle degli italiani, riducendo la spesa sanitaria al di sotto del 6,5 % del PIL; soglia di allarme secondo l’OMS, ritardando le età pensionabili, e scatenando una vera e propria guerra fiscale contro gli stessi cittadini italiani. Dimenticando poi che il rapporto debito PIL ebbe un’impennata con un governo che godeva dell’appoggio solido del PD, il governo Monti. Per non parlare dei suoi consigli relativi agli investimenti bancari: nel gennaio 2016 ha invitato ad investirein MPS, banca poi giunta sull’orlo del crack e nazionalizzata. La cosa divertente è che poi ha parlato di questo consiglio come di fake news, nonostante esistessero le registrazioni in merito

Per non parlare dell Banche venete. Il 31 maggioda Porta a Porta si annunciava ufficialmente che “Non c’è alternativa al salvataggio delle banche venete”

(minuto 46.50)

Salvo poi mandarle in liquidazione coatta 20 giorni dopo, inviando gli azionisti truffati all’inferno.

Potremmo passare ore discutendo della dicotomia fra parole ed operato del governo Renzi o dei governi appoggiati dal PD, ma dobbiamo parlare del programma dei “100 punti “, che sono presentati come fattibili. Seguendo una narrativa modesta e non autocelebrativa i 100 punto sono messi in corrispondenza con 100 realizzazioni del governo delPD, Uno dei punti portanti è la “Paga oraria minima a 10 euro”.

Non ha considerato che uno stipendio minimo a 10 euro sarebbe superiore al 70% delle paghe previste dai contratti collettivi, per cui avremmo il curioso fenomeno di contratti con paghe inferiori a quelle di legge, oppure la sparizione di posti di lavoro si precari, ma comunque unici posti di lavoro disponibili in questa fase di mancata crescita.

Si, perchè i posti di lavoro in più vantati dai vari governi degli ultimi anni, oltre ad essere costati carissimi all’INPS in tema di mancati introiti contributivi, sono anche stati creati abbassando le unità lavorative per singolo lavoratore, cioè , praticamente , mettendo tutti part time. Si lavora meno, si guadagna meno, qualcuno lavora di più.

Parlate di Incetivare il lavoro a tempo indeterminato: mi scusi ,ma chi era al governo quanto avete cancellato l’articolo18 ed avete introdotto le tutele crescenti con il Jobs Act, forse Berlusconi? Però bisogna dire che prevedete un grosso aiuto per i disoccupati: sei mesi di tessera ferroviaria gratuita, utilissima per abbandonare l’Italia e recarsi all’estero.

Chiaro che siamo sotto elezioni, e bisogna fare delle promesse di aiuti e di contributi, per cui abbiamo:

  • ottanta euro a tutte le famiglie;

  • più asili;

  • meno IMU;

  • più cantieri;

  • più carceri.

Naturalmente siamo in elezioni, e si pone l’obiettivo, neanche molto ambizioso , di scendere sotto il 9% di disoccupazione. Però, al punto 100 affermate di volere scendere al rapporto debito pil inferiore al 100% in dieci anni, e non si parla di ripudio del fiscal compact da nessuna parte o di sfondamento della soglia del deficit del 3%.. Il programma del PD, messo così , appare realistico come una dieta che promette di perdere 7 kg in 7 gg mangiando solo bignè alla crema, a meno che Keynes non sia un mito e che il moltiplicatore keynesiano abbia la stessa affidablità di Babbo Natale.

Quello che vorremmo chiedere, leggendo il programma del PD, sono le seguenti domande :

  • come si può aumentare la crescita e le prestazioni sociali calando la spesa pubblica e creando avanzo primario ?

  • chi era al governo negli ultimi 6 anni al posto del PD, perchè sembra un programma da governo di opposizione;

  • e soprattutto, pensate che gli Italiani ci credano ancora ?


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog