attualita' posted by

L’ESPROPRIO DELLA PRODUTTIVITA’ AI DANNI DEI LAVORATORI NELL’ITALIA DEL GOVERNO DELLE “SINISTRE” di Luigi Luccarini.

 

Lo spunto per questa riflessione proviene dalla lettura di un’analisi pubblicata di recente da Natixis, una banca d’affari francese, secondo cui in Italia sarebbe impossibile aumentare il potere d’acquisto delle famiglie, nonostante negli ultimi 20 anni sia rimasto praticamente fermo per effetto della dinamica dei salari reali (media: +0,2% annuo) e del reddito disponibile reale (media: +0,1% annuo).

L’assunto di Natixis è che la bassa crescita della produttività (media: 0,3% annuo), che incide sulla competitività dei costi di produzione, danneggiando gli indici di penetrazione delle nostre merci nel mercato globale, ha reso necessaria una moderazione salariale che dovrebbe proseguire ancora per qualche anno, almeno in base a quanto vuol farci notare con il grafico figura 1.