attualita' posted by

L’automotive Tedesco espropriato in Cina. I piaceri della delocalizzazione

merce

 

Un po’ di grane extra per l’industria auto tedesca in Cina, ed una bella lezione anche per noi e per quei furboni che parlano di “Supply Chain” sempre perennemente decantando le delocalizzazioni, ma sottovalutandone i rischi.

Da CBSNEWS tre costruttori di componenti auto tedesche hanno ricevuto l’ingiunzione dal governo cinese di rinunciare alla piena proprietà delle proprie fabbriche  e trasformarsi in joint Venture con partner cinesi. L’ordine viene a qualificarsi praticamente come un’ingiunzione di esproprio da parte del governo che quindi impone ai tre produttore di prendersi un partner interno. Le tre aziende avevano già da tempo ricevuto l’indicazione di trasformarsi in Joint Venture, quindi di acquisire un socio nell’industria locale, ma, sinora, avevano fatto orecchio da mercante. Si parla di produttori di componentistica non proprio secondario, ma di colossi del livello di Bosch e di Continental i quali ora rischiano di perdere la proprietà intellettuale dei brevetti che usano localmente e che dovranno condividere con il partner locale. Andare a produrre in Cina sembrava la mossa migliore per produrre componentistica a basso costo, ma ora rischia di trasformarsi in un colossale, doloroso boomerang.

Nel frattempo Mercedes e Volkswagen stanno correndo al ribasso sia dei prezzi della auto sia dei servizi post vendita sull’onda di una serie di indagini dell’autorità antitrust locale che ha messo sotto accusa le aziende tedesche per pratiche illegali nei servizi post vendita. Naturalmente è altissima la sensazione che questo sia avvenuto su pressione diretta delle case automobilistiche locali, che ormai hanno raggiunto un livello qualitativo. tale da competere con quelle straniere.

Pensavi di fare il furbo in Cina… ed invece no…

 

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog