attualita' posted by

L’AUSTRALIA RILASCERA’ VISTI DI EMERGENZA AI PROFUGHI SUDAFRICANI, BIANCHI

Kylie Stolh, il cui fratello è stato massacrato con la famiglia durante un assalto ad una fattoria. 

 

Cari amici,

l’Australia è un paese dove , se non hai motivi umanitari o rispetti i loro canoni, non entri come immigrato clandestino in nessun modo, ma se sei veramente bisognoso allora sei generosamente accolto. Questo è accaduto a 200 farmer dal Sud Africa, che fuggono dalle persecuzioni razziali e dagli assalti degli estremisti neri. Allo stato attuale sono stati accolti 89 agricoltori ed altri 213 persone hanno fatto domanda. Se la protezione umanitaria verrà accolta avranno un visto regolare e potranno emigrare in Australia.

Il Sud Africa si sta muovendo verso il caos dopo le dimissioni del presidente Zuma per corruzione e l’instaurarsi del presidente Ramaphosa. La violenza , già alta, è esplosa quando il presidente ha affermato di voler emettere una legge per l’esproprio forzato senza rimborso delle terre dei coltivatori bianchi, molti dei quali le possiedono dal XVII secolo, soprattutto se discendono dai “Boeri”, cioè dai primi coloni olandesi. Una misura condannata internazionalmente , ma emessa anche per placare i propri problemi interni sempre vivi. SCi sono stati eccidi terribili con famiglie intere sterminate e la polizia che fa finta di nulla. In questo caso se un cittadino sud africano dimostra di essere stato attaccato ha diritto a chiedere la protezione australiana.

Naturalmente l’economia ne risente e ne risentirà sempre più, come accadde in Zimbabwe, man mano che i farmer saranno espropriati. Un caso umanitario da considerare con attenzione che può , da un giorno all’altro, trasformarsi in un massacro.

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog