attualita' posted by

L’ARABIA SAUDITA VUOL FAR SALTARE IL BANCO: petrolio a fiumi ed arresti

La situazione internazionale confusa e focalizzata su altro permette al Principe saudita Mohammed bin Salman di stringere una dura repressione sui suoi oppositori interni. Ieri vi abbiamo riportato gli arresti di  Ahmed bin Abdulaziz al Saud, fratello dell’attuale Re  del principe Mohammed bin Nayef bin Abdulaziz al Saud, oltre ad un altro cugino. Oggi ci sono molti più particolari circa gli arresti.

L’operazione è avvenuta di primissima mattina, tramite l’utilizzo di commando specializzati che sono intervenuti con modalità molto dure e decise. A questi arresti sono seguiti quelli di alcune dozzine di alti funzionari del ministero degli Interni ed ufficiali dell’Esercito, tutti accusati di aver fatto parte di un complotto per rovesciare l’attuare Re ed il Principe MbS, accuse per le quali si arriva alla pena capitale. Chiaramente il principe vuole affermare, in questa occasione il proprio potere assoluto ed  eliminare ogni possibile opposizione.

Nel frattempo, in mezzo ad una crisi di prezzi legata ad una recessione mondiale, l’Arabia ha deciso di schiacciare i concorrenti, praticamente uscendo dall’OPEC ed offrendo il petrolio a prezzi mai visti.

L’Arabia però a questi prezzi aggiungerà degli sconti speciali. Rispetto al prezzo di riferimento del Brenti l’Arabia offrirà i seguenti prezzi:

  • sconto in Asia  di $4-$6 al barile;
  • sconto per gli  U.S. di $7 il barile
  • sconto per l’Europa a $10.25 in Barile !!

Al confronto i Russi offrono il loro Ural a 2 dollari di sconto erischiano di essere sparati fuori dal mercato europeo dall’Arab Light Crude. La mossa è proprio rivolta contro Putin, che non ha raggiunto un accordo a Vienna, oltre che contro i produttori di Shale americano che rischiano di saltare tutti.

Nel frattempo il valore delle azioni di Aramco precipitada 70 a poco più di 25 dollari , ma …. intanto le ha già vendute…


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed