Uncategorized posted by

La storia di LEVIATHAN

PREFAZIONE DI MAURIZIO GUSTINICCHI

Ancora una volta ospitiamo i monologhi di “The Patriot”. Oggi voglio stupirvi, andando fino in fondo, oggi anche la prefazione conterrà un suo pensiero. Il pensiero è la lamentela di un pasticcere pugliese, letteralmente rovinato da Monti e dai governi che si sono succeduti (UNO, sempre e solo quello) i quali per conseguire la massima deflazione salariale (interna) possibile hanno deciso di massacrare la domanda aggregata agendo sul più importante elemento “C” (Consumi). In questo modo, si  è inteso creare le condizioni perché l’europa del sud fosse rapidamente cinesizzata (la moderna schiavitù del popolo dello stivale) onde agevolare la strada delle MNE (Multinazionali estere) i cui IDE (Investimenti Diretti Esteri) Monti e Letta (assieme a tutto il PD e il PDL) vaticinano da molto tempo come toccasana per la nazione (ed invece abbiamo visto ieri cosa qpossono significare:

“stamane ho parlato con il proprietario della miglior pasticceria del mio paese: non pagano contributi ed iva da due trimestri.


<da quand i frabbcatur e i carpentir nu faticn cchju’ nun c’ vennene cchju i pastarelle ‘a dumenec…mank cchju l’aperitiv ce vennen…soltant quacche cafe’… puttimme mei ji annanz accussi?>
la domanda e morta anche nei bar…”

 

Maurizio Gustinicchi

************************************************************************************************************************

LA STORIA DI LEVIATHAN

Oramai è certo, la tempesta perfetta arriverà, le prime saette cominciano a squarciare l’orizzonte.

Il LEVIATANO del debito, la creatura mostruosa che la finanza apolide ha creato, RECLAMA il suo tributo di sangue.

LEVIATANO

La finanza amorfa e senza patria che governa il denaro e tutte le multinazionali planetarie ha spinto l’indebitamento privato (che dopo diventa pubblico) oltre ogni limite consentito e NESSUNO, né Stati, né Governi sovranazionali hanno fatto nulla per limitarla. Nel 1999, bill clinton, presidente USA allevato direttamente da questa entità adorante il DIO denaro, diede l’ultima spinta verso il TOTALE liberoscambismo: l’abolizione della legge Glass-Steagall che dal 80 anni resistiva e regolava in qualche modo una finanza impazzita. Adesso, i 35 anni di totale lasseiz-faire presentano il conto.

Non avrai altro dio all’infuori del debito! 

Qualsiasi cosa tu voglia puoi averla: c’è un finanziamento o un mutuo che ti aspetta per soddisfare le tue voglie, anche quelle impossibili. Devi solo prendere a prestito un pezzo più o meno grande del tuo futuro, non importa di quale futuro, pagarci il GIUSTO INTERESSE, e potrai avere qualsiasi cosa, dalla villa con piscina al telefonino, dalla spesa alimentare alla crociera all-inclusive. Puoi entrare a tuo piacimento in qualsiasi ristorante, negozio, banca, assicurazione e ivi troverai la possibilità di indebitarti oltre le tue aspettative. E’ finito il tempo in cui devi aspettare di avere almeno una parte del tuo futuro già in tasca: è un comportamento antiquato. Puoi avere tutto e subito, perché aspettare?

DEBITO 1

Questo ragionamento, inculcato abilmente in 50 anni dalle loro sfavillanti pubblicità, è entrato in ognuno di noi: in 7 miliardi di persone. Perché qualcuno abbia un bisogno è necessario provocarlo.

Peccato che il futuro, spesso, non sia come lo immagini o come te l’hanno prospettato.

Dal 1999, con l’abolizione di quella legge, fortemente voluta dal presidente Roosevelt nel 1933, atta a frenare e limitare l’indebitamento che portò il mondo ad un passo dal baratro nel 1929, il LEVIATANO ha cominciato via-via a diventare sempre più grande e forte. Più ci si indebitava da “questaparte” e più la manodopera sottopagata produceva da “altraparte”: un’attrazione fatale a cui neanche Mao seppe resistere. La globalizzazione dei consumi realizzati tramite il debito è il massimo: la MIA multinazionale ti vende il MIO prodotto che la MIA finanziaria ti “aiuterà” ad acquistare accendendo un prestito su cui mi pagherai profumati interessi. Hanno creato il MASSIMO MONOPOLIO possibile camuffandolo da liberomercato.
Le crisi economiche partono SEMPRE da un’esposizione debitoria verso l’estero troppo accentuata e fa specie sentire “questa volta è diverso”. Magari la forma o il modo è dissimile ma il risultato, ahimè, è SEMPRE lo stesso.

LEVIATHAN si è svegliato. 

aa-bankster-trust-me-im-a-banker-300x222

L’indebitamento planetario supera quantomeno TRE volte il PIL mondiale. Tutti vogliono tutto e subito: il miglior mondo possibile. Siamo qui apposta per soddisfare le vostre voglie!

Dal ’99 in poi il debito comincia a moltiplicarsi, prende forma la “finanza creativa”: l’orgia è iniziata e GUAI a chi vuole limitarla. Intanto nella vecchia Europa viene messo a punto un terribile strumento di distruzione di massa: l’€uro. Si fa a gara per entrarci, saremo FINALMENTE tutti più ricchi e più liberi di…indebitarci. In tutta fretta si eliminano vecchie ed inopportune leggi che impedivano di accendere mutui oltre i 15 anni e che ti imponevano di avere almeno il 35% del tuo futuro già in tasca. In quelle economie con inflazione più alta entrano capitali freschi provenienti dal morigerato nord (protetti dalla rigidità del cambio e dalla bassa inflazione imposta dalla BCE) che abbassano i tassi d’interesse: l’orgia può FINALMENTE cominciare anche qui.

Non si fa in tempo ad avere in mano le banconote-euro che scoppia la corsa al mattone: la gente non vede l’ora di potersi FINALMENTE indebitare con facilità e anche per 40 anni! L’agognato mutuo, adesso te lo danno anche per il 150% dell’importo: basta “gonfiare” un po’ la busta paga, un po’ il costo dell’immobile ed è fatta! Pensa, oltre la casa potrai comprarti il mobilio nuovo, la macchina nuova e se sei bravo anche la moto o una bella crociera per festeggiare l’evento. Pagherai per i prossimi 40 anni una rata di “soli” 1000 euro al mese, con un bel tasso variabile agganciato allo spread+euribor+cds+tds+nontelodico…praticamente un vero AFFARE! …..dove firmo?

I PIL crescono costantemente ogni anno, le imprese, gli artigiani, i commercianti si indebitano a loro volta per accontentare la NUOVA ENORME richiesta, in fondo, per farlo, occorre SOLO qualche stupida firma. Addirittura diversi Stati riducono il loro rapporto debito/PIL. E’ DAVVERO il miglior mondo possibile. Evviva l’€uro!

Da “altraparte”, dove si lavora per un tozzo di pane e un bicchier d’acqua, si spinge al massimo la produzione, chiaramente, nel solito modo: anche lì occorre solo qualche stupida firma. Miliardi e miliardi di vil pecunia arrivano da ogni dove, alla ricerca della miglior remunerazione possibile, le materie prime schizzano verso vette mai raggiunte e per quelle genti, al tozzo di pane e al bicchier d’acqua si aggiunge la possibilità, finalmente, di contrarre debito!

debITO2

Poi, qualcuno (o molti) come al solito esagera e nel 2007 più di una GROSSA banca fallisce, si assiste alla corsa agli sportelli un po’ dovunque: il crack della Lehman Brothers riporta tutti sulla terra.
La crisi dei sub-prime: immondizia impacchettata e venduta in forma e apparenza di lingotti d’oro. L’infezione è globale: gli USA (ma non solo) si vedono costretti a nazionalizzare diversi istituti di credito che avevano partecipato troppo entusiasticamente all’orgia. LEVIATHAN si stava svegliando. Il medicone della FED, tal ben bernanke, pensò bene di dargli un forte sonnifero: il QE, un anestetico a base di “allargamentodebitoriodegliusaalmondointero”, un potentissimo farmaco che SOLO gli USA possono usare. Per tramortirlo ce ne sono volute ben quattro DOSI, ogni volta più potenti. Come effetto collaterale portava il virus “capitaliliberati” a cercare nuovi organismi da infettare: quale miglior posto dell’Asia? Quattro miliardi e mezzo di possibili nuovi entusiasti clienti!

shangai
Il farmaco era però sconosciuto in euro-pa, così si pensò bene di IMMOLARE sull’altare di LEVIATHAN i lavoratori dell’intero continente: con il loro SANGUE sicuramente il mostro si sarebbe calmato. A questo dio-oscuro furono dati in pasto dapprima i greci, i portoghesi e gli irlandesi, poi toccò a spagnoli e italiani, i francesi non vedono l’ora di offrirsi volontari e non si sa bene ancora quanti altri popoli dovranno essere sacrificati. I gran sacerdoti, chiamati figli di TROJKA, con a capo un drago alato se ne compiacciono enormemente poiché i loro emissari sono addirittura acclamati dalla stragrande maggioranza del popolo, un po’ come fanno i tacchini a Natale.
Banksters2

I sacrifici imposti agli euro-pei non tardano a farsi sentire: quando si stringe la cinghia si sa, naturalmente, si risparmia anche sulla carta igienica. In euro-pa il virus “deflazionem” si propaga velocemente: esso si presenta con una forma virulenta di stitichezza indotta da avarizia sopraggiunta. Quel poco che avanza di quel pochissimo che si guadagna lo si tesaurizza. Detto virus varca gli oceani: in men che non si dica arriva ad infettare anche “altraparte”, laddove il tozzo di pane potrebbe diventare qualche briciola e il bicchier d’acqua diventare si e no un sorso. Il “capitalelibero”, inseguito dal virus, fugge, cercando riparo da “questaparte” ma soprattutto torna dal medicone, alla ricerca disperata di una nuova, innovativa cura.

Ma questa volta LEVIATHAN si risveglierà per sempre e per prima cosa berrà il loro sangue.
(Perdonatemi la vena “burlesque”: non ho saputo resistere.)

DEBITO 4

Stiamo assistendo alle prime schermaglie.

La guerra valutaria in corso che vedrà una serie di default multipli, investirà prepotentemente l’intero pianeta. NESSUNO ESCLUSO.

debito-pubblico1

Questa volta se ne verrà fuori solo con una remissione planetaria del debito. Non vi è altra strada percorribile.

Nell’antica Roma (ma non solo) era consuetudine che, una-tantum, per editto imperiale, i debiti venissero cancellati. Ciò accadeva per evitare guerre civili che una popolazione affamata e allo stremo avrebbe sicuramente causato. Erano degli stolti? A giudicare dai mille e passa anni in cui Roma è stata caput mundi direi di no.

La più antica e conosciuta preghiera Cristiana, il Padre Nostro, tra le altre cose, dice chiaramente: “…RIMETTI A NOI I NOSTRI DEBITI COME NOI LI RIMETTIAMO AI NOSTRI DEBITORI…”

Come si può rimettere il debito?

Ai nostri giorni, giuridicamente, solo il FALLIMENTO chiude la partita dare-avere per SEMPRE.

 Default

Oppure si segue la via Giapponese, Inglese ed Americana: INFLAZIONAMENTO GLOBALE!

inflazione

Roberto Nardella

 

Economia 5 Stelle – Ars Puglia

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog