attualita' posted by

La Psicopolizia su twitter ha le ore contate: Elon Musk fa un’offerta pubblica di acquisto per la maggioranza delle quote del social. Ci sarà da ridere.

 

Il peggio che si potesse augurare l’attuale CdA di Twitter è accaduta: Elon Musk ha lanciato un’offerta pubblica di acquisto per la maggioranza della società che gestisce il social media. L’offerta riguarda, per la verità, il 100% del suo capitale.

Secondo un depositato modulo 13D aggiornato si legge che Musk si è offerto di “acquisire tutte le azioni ordinarie in circolazione dell’emittente non di proprietà della persona segnalante per tutti i corrispettivi in ​​contanti valutando le azioni ordinarie a $ 54,20 per azione (con una  valutazione la società circa $ 43 miliardi), ” avvertendo  Twitter e i suoi azionisti che questo è il suo “prezzo alto” e “se l’accordo non funziona“, avrebbe “riconsiderato la mia posizione di azionista“. Se vendesse manderebbe a picco il valore del titolo, quindi, astutamente, ha appoggiato sul tavolo un simpatico ricatto, anche se effettivamente la valutazione è molto positiva, dato che a oggi il valore per azione, nonostante l’annuncio, non arriva a 46 e tutta la società non supera i 37 miliardi di dollari.

Ecco la lettera che Musk ha inviato al presidente di Twitter rivelata nel deposito 13D.

A Bret Taylor

Presidente del consiglio di amministrazione,

Ho investito in Twitter perché credo nel suo potenziale per essere la piattaforma per la libertà di parola in tutto il mondo e credo che la libertà di parola sia un imperativo sociale per una democrazia funzionante.

Tuttavia, da quando ho effettuato il mio investimento, ora mi rendo conto che l’azienda non prospererà né servirà questo imperativo sociale nella sua forma attuale. Twitter ha bisogno di essere trasformato in un’azienda privata.

Di conseguenza, mi offro di acquistare il 100% di Twitter per $ 54,20 per azione in contanti, un premio del 54% il giorno prima che iniziassi a investire in Twitter e un premio del 38% il giorno prima che il mio investimento fosse annunciato pubblicamente. La mia offerta è la mia offerta migliore e finale e se non viene accettata, dovrei riconsiderare la mia posizione di azionista.

Twitter ha un potenziale straordinario. Lo sbloccherò.

-Elon Musk

Possiamo dire che non è detto che l’accordo vada a buon fine perché, come sottolineato nella proposta, non è ancora completamente “finanziariamente assicurato” …

La Proposta non è vincolante e, una volta strutturata e concordata, sarebbe subordinata, tra l’altro, alla

  1.  ricezione di eventuali approvazioni governative richieste; 
  2. due diligence: legale, commerciale, normativa, contabile e fiscale di conferma ;
  3. la negoziazione e l’esecuzione di accordi definitivi che prevedono l’Operazione Proposta; e
  4. il completamento del finanziamento anticipato

Ecco un messaggio inviato da Musk alla gestione di Twitter:

“Come ho indicato questo fine settimana, credo che la società dovrebbe essere privata (cioè non quotata NdT) per passare attraverso le modifiche che devono essere apportate. Dopo diversi giorni passati a pensarci su, ho deciso di acquisire la società e renderla privata. Stasera ti invierò una lettera di offerta, sarà pubblica domattina. Sei disponibile a discuterne?”

Quindi i cambiamenti che Elon Musk intende portare sono talmente radicali da necessitare una forma come società NON quotata. Non vuole interferenze di terzi. Paradossalmente la libertà di parola necessita un passaggio unipersonale.

E la trascrizione di un messaggio vocale:

Questa è la migliore offerta

a. Non sto giocando a offerta e controfferta.

b. Sono andato dritto alla fine.

c. È un prezzo elevato e i tuoi azionisti lo adoreranno.

d. Se l’operazione non andrà a buon fine, dato che non ho fiducia nel management né credo di poter guidare il necessario cambiamento nel mercato pubblico, dovrei riconsiderare la mia posizione di azionista.

e. Questa non è una minaccia, semplicemente non è un buon investimento senza le modifiche che devono essere apportate.

E quei cambiamenti non avverranno senza che l’azienda sia privata.

I miei consulenti e il mio team sono disponibili dopo aver ricevuto la lettera per rispondere a qualsiasi domanda

Ci saranno maggiori dettagli nei nostri archivi pubblici. Dopo aver ricevuto la lettera e aver esaminato i documenti pubblici, il tuo team può chiamare il mio family office per qualsiasi domanda.

Più chiaro di così si muore. Per rilanciare Twitter Musk intende fare pulizia delle incrostazione di autoritarismo Lib/Dem che hanno soffocato sinora l’azienda. Le potenzialità come social media sono enormi, ma frenate dai vari “censori”, “Fact Checker” e “Amici degli amici di dipendenti”, tutte persone che distruggono la libertà di espressione , soffocando anche le potenzialità economiche della società. Questa lettera è anche un atto di accusa implicito alle modalità di gestione dei social media in USA che non permettendo l’esercizio della libertà di parola (che è l’esatto contrario di lasciare persone fare accuse razziste) viene a bloccarne anche lo sviluppo economico. Musk non vede che un’opportunità da sfruttare, cambiando una società che, come è gestita ora, non rende.

Ovviamente i DEM stanno impazzendo dalla rabbia, dicono che i “Miliardari non possono gestire le piattaforme di social media“, augurandosi evidentemente un controllo sovietico. Evidentemente la censura deve venire da una sola direzione. I dipendenti sono “Fortemente stressati”, perché la libertà richiede esercizio di responsabilità, e  non solo cieca obbedienza a quattro dogmi. Bisogna usare cultura e sale in zucca, beni molto rari. Ecco che vanno in tilt.

Comunque, nella peggiore delle ipotesi, Musk venderà bene le sue quote e avrà le risorse per fare il proprio Twitter.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!
PayPal