attualita' posted by

La Grecia rende inapplicabile l’ingiustificata ed inflessibile austerità euro-tedesca: Juncker, Djsselbloem, Tusk e Schultz devono dimettersi!

Rincaro la dose rispetto all’intervento dello stimato prof. Rinaldi, contestualizzando le richieste che mi sento di fare come cittadino europeo, cittadino danneggiato. E devo riconoscere che sono anche una persona rispettosa della democrazia, quanto meno dopo aver visto l’attentato della BCE che contro ogni regola europea ha lasciato a secco di liquidità le banche greche prima del referendum, evidentemente per spaventare le genti elleniche con il fine di spingerle a votare a favore di questa insulsa europa (con la “e” assolutamente minuscola). Si noti che al contrario dei governanti germanofoni ritengo di comportarmi da persona rispettosa degli altri partners europei in quanto chiedo “solo” le dimissioni di coloro che hanno cariche europee in forza delle quali durante la scorsa settimana si sono esposti pubblicamente per il “si“, solo per essere smentiti da un rotondo oxi, no all’austerità, espresso nelle urne dai padri della democrazia, i greci.

Infatti avrei dovuto dire che Angela Merkel dovrebbe dimettersi e con lui il super falco Schauble, ossia i veri architetti dell’austerità tedesca mutuata dall’europa attraverso i quattro gerarchi funzionari europei citati nel titolo. Ricordando sempre che Schauble è colui che difende gli interessi degli esportatori tedeschi, ossia di coloro che più di tutti si avvantaggiano dalla perpetrazione della moneta unica a danno soprattutto dei periferici, come spiegato in un precedente intervento*.

In merito alla crisi ellenica ed ai disastri che seguiranno esistono delle responsabilità precise da parte degli euroburocrati nei confronti di tutti i cittadini europei, non solo greci: grazie a politiche suicide del governo centrale europeo i paesi partner rischiano di doversi accollare perdite enormi anche in conto capitale, ossia maggiori tasse da far pagare ai propri cittadini. Perchè non si è fermata prima questa stupida disfida mettendo invece miliardi e miliardi di euro di fondi a disposizione di un paese che chiaramente a questo punto non può ed oggi non vuole nemmeno più restituire? Cosa dobbiamo fare ora, mandare i carri armati sotto il Partenone? E qui preciso immediatamente che io mi dissocio da qualsiasi atteggiamento militaresco a danno di un governo di un paese membro dell’EU, sapendo precisamente che qualcuno a Berlino sta valutando anche l’opzione del protettorato militare in Grecia. O del colpo di stato ordito dall’Europa, come paventato dallo stesso governo greco nelle scorse settimane (e ripreso dal solito Telegraph inglese).

Questa volta non voglio avere i peli sulla lingua, la situazione lo consente: Trenta secoli di storia ci permettono di guardare con suprema pietà talune dottrine [dell’austerità] d’oltralpe sostenute da progenie di gente che ignorava la scrittura, con la quale tramandare i documenti della propria vita, nel tempo in cui Roma aveva Cesare, Virgilio e Augusto.

In soldoni non solo condanno le dottrine euroaustere ma ne stigmatizzo i danni per chi li ha subiti e le responsabilità di chi le ha perseguite con colpevole perseveranza nonostante i chiari e ripetuti sintomi del fallimento della strategia perseguita. E sono dunque qui a chiedere di rifondere i danni ai cittadini europei o quanto meno di allontanare dalle cariche europee i diretti responsabili della gestione fallimentare di questa drammatica crisi che nelle prossime settimane porterà – in assenza di una soluzione politica, leggasi taglio del debito greco in mano all’EU di almeno il 30% – al fallimento dell’intero sistema bancario ellenico, con tutti gli annessi e connessi in termini di instabilità monetaria per la zona euro.

Dunque, inevitabilmente, per quanto mi riguarda Djsselbloem, Juncker, Tusk e Schultz devono dimettersi dalle loro cariche per i disastrosi risultati nella gestione della crisi greca.

Mitt Dolcino

________________

* https://scenarieconomici.it/la-germania-approfitta-di-una-valuta-molto-piu-svalutata-di-quanto-sarebbe-il-marco-tedesco-grazie-alla-presenza-di-paesi-deboli-come-la-grecia-nelleuro-per-leu-sara-la-catastrofe/

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog