attualita' posted by

IN ARRIVO UN PERIODO DI ALTA VOLATILITA’… SARAN VOLATILI PER DIABETICI ?

bear and bull

L’inizio dell’anno è stato una sorta di ottovolante per le borse ed anche per molti mercati delle materie prime , in primis il petrolio.

Come sarà l’andamento futuro nel breve/medio periodo ? Si è trattato solo di un episodio limitato, o dovremo abituarci ad ampie oscillazioni.

Ora vediamo il VIX index, l’indice che misura la volatilità sul mercato USA, la cui definizione completa è Chicago Board of Opinion Exchange Volatility Index. Questo indice non ha nulla a che fare con la volatilità statistica, ma misura la volontà degli operatori di pagare un premio per assicurarsi la possibilità di operare al ribasso o al rialzo sul mercato borsistico. Se non ci si attende nessuna variazione gli operatori non saranno disposti a pagare alcun premio, mentre se ci si attende una forte variabilità gli operatori saranno disponibili a pagare elevati prezzi per operare. Si tratta, chiaramente , di un indicatore legato alle opzioni. La volatilità è legata all’andamento di borsa. Indicazioni storiche indicano che un VIX inferiore a 20 è legato ad un mercato rialzista costante e tranquillo, un valore fra 20 e 40 è indicatore di un mercato teso e nervoso , ma non ribassista, mentre un valore superiore a 40 è indicatore di un mercato ribassista e valori elevati indicano la possibilità di crack  borsistici.

VX index 1

L’indice VIX ha avuto un valore medio di 20,2 a partire dal 1993 ai giorni nostri. Il valore dell’indice registrato ad inizio 2016 è stato più elevato della media , ma non così tanto. All’inizio dell’anno abbiamo registrato un valore di circa 29, mentre la punta vi è stata mercoledì scorso con 39 .

Questa volatilità è un elemento che può indicare una situazione borsistica pericolosa ? Diciamo che la tensione è notevole, ma se l’indice tenderà a ridursi potremmo avere una situazione meno instabile. Comunque quello che possiamo mettere in luce è come nel corso del 2013 e del 2014 la volatilità sia stata molto più bassa della media, quindi la situazione attuale potrebbe anche essere vista come un ritorno ad una normale volatilità ed ad una situazione meno “Costante”. Del resto 24 mesi nella memoria degli operatori di borsa corrispondono quasi all’eternità….

 

Comunque il sentire del mercato non è positivo. Vediamo il Fear and Greed index, un curioso indicatore, composto sulla base di sette indici diversi per valutare  se sul mercato vinca la paura, e la ricerca di certezze, oppure l’ottimismo e la spinta a speculare.

Il mercato cerca certezze…

fear and greed indicator 25-1

Grazie a tutti !

 

 

 

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog