attualita' posted by

IL TRENTENNALE DECLINO ITALIANO = DA TANGENTOPOLI IN POI!! (di Marco Santero)

 

 

Ne ho parlato in decine di articoli negli anni scorsi ma la questione del declino italiano post Tangentopoli è il punto chiave per risolvere i nostri problemi e creare un nuovo rinascimento Italiano, quindi rilancio con molto piacere questo TG di Byoblu, che si sta imponendo come una validissima alternativa per confrontare l’informazione “classica” di TV e Giornaloni di “sistema” = nel confronto emerge in modo plateale la DISINFORMAZIONE, IL “REGIME” MEDIATICO IN CUI SIAMO IMPRIGIONATI IN OCCIDENTE E IN ITALIA IN PARTICOLARE!!

Nei “salotti” televisivi dove regnano sempre gli stessi personaggi (che girano da un salotto all’altro, senza avere, in massima parte, alcuna reale competenza specifica nei temi strategici, in particolare la MACROECONOMIA E GESTIONE FINANZIARIA DI UNO STATO) NON SENTIRETE MAI PARLARE DEL DECLINO ITALIANO NEL MODO IN CUI VIENE ANALIZZATO IN QUESTO BREVISSIMO TG DI BYOBLU.

Questo ci fa capire che il problema vitale è l’informazione e lì è la vera battaglia da combattere, diffondendo sempre più un’informazione come quella di byoblu e tante altre fonti (come questo sito ad esempio) che stanno crescendo e nascendo sempre più, anche perché ora è molto più facile…. quando 10 anni fa spiegavo in piccoli convegni qua e là per la Toscana i danni che abbiamo ricevuto dalla trasformazione della C.E.E. (Comunità Economica Europea) in U.E. (unione europea post Maastricht e “post Tangentopoli”) e soprattutto dalla creazione dell’Euro (Arma di distruzione di massa tedesca dei paesi del Sud Europa e in particolare del più tenace e pericoloso concorrente per l’industria manifatturiera tedesca, cioè l’ITALIA della “liretta” e delle Svalutazioni competitive!!).

P.s.: allora collaboravo con i 5 stelle nascenti a livello locale, ma dopo le Europee del 2014 avevo già capito che il progetto era totalmente antidemocratico ed era solo un modo per “ingabbiare, disattivare e rendere funzionale al sistema la sacrosanta protesta dei cittadini italiani”.

…Ebbene quando spiegavo queste cose c’era sempre una reazione quasi violenta a livello verbale di rigetto, come parlar male di Maometto a un talebano. Questo perché ci hanno bombardato a reti unificate e giornali unificati, per decenni, con BALLE SERIALI continue, come fece Goebbels come Ministro della propaganda Nazista = “ripeti una menzogna per decine, centinaia, migliaia di volte e diventerà una verità assoluta” = lui fu il vero artefice dell’ascesa inarrestabile del Nazismo e della fede cieca, ottusa, praticamente ipnotica con cui i tedeschi come automi seguirono gli ideali nazisti fino agli abomini più terrificanti mai compiuti dall’umanità!

Il punto chiave è resettare i nostri cervelli e ricominciare dalle basi essenziali, cioè la Comunità umana = un insieme di persone che ha delle necessità primarie e delle necessità secondarie spesso indotte dal sistema neoliberista, edonista e individualista:

C’è ad esempio un territorio composto da una città, con i comuni limitrofi e il suo retroterra agricolo e montano (l’Italia con le dorsali alpine e appenniniche sono l’esempio perfetto) che ha bisogno di tot cibo, tot energia, tot servizi, ecc., ecc. e l’ottimo sarebbe cercare di diventare il più possibile “autonomi” e “autosufficienti”, non per mire “autarchiche”, ma per garantirsi una sicurezza e SOSTENIBILITA’ a lungo termine.

Tutto questo è la negazione assoluta (sancita nella nostra COSTITUZIONE) del modello Neoliberista che al contrario crea la massima insicurezza locale, il massimo sfruttamento nel ciclo produttivo globale e la massima speculazione finanziaria sulla pelle sia dei lavoratori sia dei consumatori finali che spesso si ritrovano con prodotti pessimi e in alcuni casi addirittura tossici.

Sembra eccessivo? Peccato che l’epidemia da Coronavirus che è esplosa in Cina ce lo sta dimostrando e se non si risolverà in breve tempo ci DIMOSTRERA’ LA TERRIBILE FRAGILITA’ DI UN SISTEMA PRODUTTIVO GLOBALE = se la “fabbrica del mondo (Cina)” si ferma per quarantena in breve tempo nei sistemi produttivi e distributivi dell’intero Occidente e del mondo intero inizieranno a scarseggiare merci e componenti di varie catene produttive e ci sarà una crisi tremenda.

Certo col tempo si potrà ovviare creando sistemi produttivi analoghi nei vari paesi, ma ci vorranno anni per farlo e nell’immediato ci potrebbe essere un vero collasso economico e finanziario (già la finanza vive dal 2008 in una bolla ESPLOSA, ma mantenuta in vita da fiumi di denaro virtuale creati a dismisura dalle banche centrali). Quindi l’impatto del coronavirus potrebbe essere una vera meteora che si schianta su questo NEOLIBERISMO E GLOBALISMO SUICIDA in cui viviamo e quindi deve diventare il catalizzatore di una svolta epocale che DEVE PARTIRE DALLA FINE DI QUESTA SPECULAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA SELVAGGIA e dal ritorno al buon senso e a una svolta VERSO LA SOSTENIBILITA’ VERA, non le favolette pro-ecologia neoliberista dei Gretini e delle sardine.

Non abbiamo vere scelte, ma solo cambiare rotta verso la VERA sostenibilità e per fare questo bisogna riprendere la propria SOVRANITA’ NAZIONALE, se non vogliamo andare a sbattere e avere bruschi e traumatici risvegli come accadde con lo scoppio della prima guerra mondiale cui seguì l’influenza spagnola che fece nel mondo intero più morti della peste nera, la grande depressione, fascismo, nazismo e la seconda guerra mondiale!

https://it.wikipedia.org/wiki/Influenza_spagnola

Ma si sa che le cassandre sono noiose e irritanti, meglio i “giullari” istrionici che con la P.N.L. (programmazione N..EURO linguistica) riescono a IPNOTIZZARE LE MASSE E A RIDURLE A UTILI IDIOTI ADORANTI!

Scusate lo sfogo, mi è scappato, spero possa essere utile a risvegliare altre coscienze individuali.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus

Seguici:

RSS Feed