attualita' posted by

I Servizi USA sono “Moderatamente” convinti che la Cina sia colpevole del Covid-19

 

Una versione non segretata del rapporto sulle origini del coronavirus della comunità di intelligence degli Stati Uniti include una valutazione di un’agenzia che ha “moderata fiducia” sul fatto che il Covid-19 sia emerso da un laboratorio del governo cinese a Wuhan, mentre altre quattro agenzie hanno valutato con “bassa fiducia” l’origine naturale del virus. Il resto della comunità dell’intelligence statunitense ha voluto astenersi, ma, del resto, riteneva che Trump lavorasse per la Russia

Come riporta  Jerry Dunleavy del Washington Examiner:

L’unica agenzia di spionaggio anonima che si appoggia alla teoria dell’origine dal  laboratorio di Wuhan con moderata fiducia ha affermato che l’emergere di COVID-19 ha probabilmente comportato la sperimentazione, la manipolazione di animali o il campionamento dell’Istituto di virologia di Wuhan, secondo un rapporto non classificato dell’Ufficio del direttore dell’intelligence nazionale. Le quattro agenzie di spionaggio senza nome e il NIC, affermano di avere  scarsa fiducia nell’ipotesi di origine naturale, hanno valutato che l’infezione iniziale era molto probabilmente proveniente da un animale infetto da COVID-19 o da un virus progenitore vicino, con quegli analisti che hanno dato peso alla presunta mancanza della Cina della prescienza e dei numerosi vettori di potenziale esposizione naturale.

Detto questo, i funzionari statunitensi affermano che la mancanza di cooperazione da parte della Cina ha ostacolato gli sforzi per arrivare alla verità. Come osserva Bloomberg, “anche il governo cinese era incerto sulle origini del virus, motivo per cui Pechino non ha collaborato”.

Il rapporto conclude anche che il virus non è stato progettato come arma biologica e la maggior parte delle agenzie ha valutato che non fosse geneticamente modificato.

Come abbiamo notato due giorni fa, Pechino ha minacciato un “contrattacco” se il rapporto avesse incolpato la Cina per la fuga di notizie.

Mercoledì, con il rapporto dell’amministrazione Biden che dovrebbe essere rilasciato nel giro di pochi giorni, un alto funzionario cinese ha avvertito durante una conferenza stampa che Pechino avrebbe “reagito” se il rapporto dell’intelligence avesse rivelato una fuga di notizie dall’OMS.

“Continueremo a collaborare con organizzazioni internazionali come l’OMS nella loro ricerca e nella ricerca delle origini”, ha affermato Fu Cong, direttore generale del Dipartimento per il controllo degli armamenti del ministero degli Esteri. “Ma non accettiamo accuse infondate e infondate che siano motivate politicamente. E se vogliono accusare infondatamente la Cina, allora è meglio che siano preparati ad accettare il contrattacco della Cina”.

Quindi le agenzie d’intelligence non credono all’origine naturale e una pensa che la fuga sia avvenuta dal laboratorio. Troppo poco? Dovete considerare che gran parte delle prove sono ormai sparite, chissà come mai, e che comunque le agenzie d’intelligence fanno riferimento a Biden. Uno che, come durezza, ha quella di un budino al caramello.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal