attualita' posted by

I 12 BATTERI PIU’ PERICOLOSI AL MONDO

 

 

Il problema della antimicrobico resistenza, generato dall’eccessivo uso di antibiotici ed antimicotici sia sull’uomo sia sugli animali, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, rischia di generare future epidemie per le quali i mezzi di difesa sono molto limitati. Per questi motivi questi batteri sono particolarmente pericolosi, e vengono classificati dall’OMS come rischiosità “Media”, ” Alta” e “Critica”. Fra questi microrganismi non sono stati inclusi inclusi i micobatteri come il Mycobacterium tuberculosis, comunque già definito “Critico” e per il quale è necessario trovare delle cure quanto prima.

Iniziamo dai medi per passare a quelli a rischiosità alta ed a quelli Critici

Shigella è un genere di batteri della famiglia  dei Gram-negativo, anaerobio facoltativo, immobile (in quanto privo di flagelli), ossidasi-negativo, asporigeno e correlato con Escherichia coli (cioè il colera). Causa delle forti dissenterie e normalmente è trattato con i fluorochinoloni a cui però stanno diventando resistenti;

Haemophilus influenzae,  è un coccobacillo pleomorfo Gram negativo  della famiglia delle Pasturaellacee. Il suo diametro è di 0.2-2.0 micron, è asporigeno, immobile, aerobioanaerobio facoltativo, caratterizzato da parassitismo obbligato (deve colonizzare un organismo vivente, non è un batterio ambientale). Causa malattie molto pericolose dalla meningite alle polmoniti alle artriti. Attualmente si sono sviluppati ceppi resistenti all’ampicillina;

Streptococcus pneumoniae Lo Streptococcus pneumoniae, anche detto pneumococco e è un batterio gram-positivo appartenente al genere Streptococcus ed è il principale responsabile della polmonite negli adulti. Ormai sta diventano penicillino resistente;

Il gonococco di Neisserè l’agente patogeno della gonorrea, gram negativo, della famiglia delle Neisserie. Ormai siamo alla terza generazione dicefalosporino-resistenza e di
fluoroquinolone-resistenza.

Salmonella, che è caratterizzata da bacilli Gram-negativi, asporigeni e anaerobi facoltativi. Può causare febbri tifoidi, la salmonellosi o setticemia. Può essere fluoroquinolone-resistente

Campylobacterbatterio spesso collegato a derrate alimentari quali carne di pollo che causa una malattia caratterizzata da: diarrea, febbre, nausea, crampi addominali e brividi di freddo. Ci sono ceppi fluoroquinolone-resistenti.

Helicobacter pylori . è un batterio gram negativo flagellato acido-tollerante, il cui habitat ideale è il muco gastrico situato nello stomaco umano. Noto per creare ulcere e malattie gastriche, Si stanno sviluppando ceppi claritromicino resistenti.

Staphylococcus aureus, Gram positivo, colpevole di innumerevoli infezioni a pelle, apparato respiratori, scheletrico, urinario, sistema nervoso. Spesso colpevole di infezioni ospedaliere. Molti ceppi presentano  resistenza alla meticillina  ed alla vancomicina;

Enterococcum faecium, responsabile di malattie al tratto urinario, setticemie , endocarditi. Vi sono ceppi resistenti alla vancomicina;

Ed ora quelli definiti critici:

Enterobacteriaceae  famiglia ampia che comprende anche alcuni batteri già trattati, e che ha sviluppato resistenza ai  carbapenemi, antibiotici ad uso specifico solo ospedaliero e normalmente utilizzati nel trattamento di malattie antibiotico resistenti ed alle cefalosporine,

Pseudomonas aeruginosa batterio opportunista che può causare setticemie mortali. Anche in questo caso si è sviluppata una resistenza ai carbapenemi.

Acinetobacter baumannii Frequentemente trovato nel suolo è causa di numerose infezioni ospedaliere, soprattutto dove le condizioni igieniche sono compromesse, ed è stato denominato il “Batterio dell’Iraq”, per l’alto numero di casi nei feriti della guerra del 2003. Anche in questo caso si è sviluppata una problematica resistenza ai carbapenemi.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi