attualita' posted by

Guangzhou (Cina) In lockdown. Il Covid torna a casa

 

La seconda ondata di coronavirus in India ha finalmente raggiunto il picco durante il mese di maggio, poiché la media di 7 giorni è diminuita costantemente nel corso del mese, mentre i decessi sono rimasti ostinatamente alti fino alla seconda metà del mese.  Uno dei regali che ha lasciato  però l’epidemia indiana è proprio il ceppo mutato B.1.617 che ha sollevato molti timori anche per la propria velocità di diffusione.

Ora  la Cina  si trova ad affrontare  un recente gruppo di casi causati dalla variante indiana ed ha reagito con un ulteriore rafforzamento dei controlli al confine fra Cina ed India. . Dopo aver imposto un nuovo confine sulla vetta dell’Everest, giungendo a impedire agli scalatori del Nepal di sconfinare, le misure non sono state in grado di evitare un focolaio nella città di Guangzhou, dove è stato scoperto un gruppo di casi. Quindi si è dovuto imporre un lockdown a mesi di distanza dagli ultimi episodi simili successi a gennaio nell province dell’Hebei ed a Pechino.

Le persone che lasciano la città, che è anche capoluogo di provincia e ha una popolazione di oltre 15 milioni di abitanti, devono risultare negative al virus entro le 72 ore prima del viaggio. Circa 520 voli sono già stati cancellati all’aeroporto internazionale di Guangzhou Baiyun, uno degli hub di viaggio aereo più trafficati del mondo, alle 1140 ora locale di lunedì.

In precedenza, le autorità hanno annunciato lockdown domiciliare  per i residenti di diverse strade nel distretto di Liwan, dove il primo paziente infetto è stato scoperto il 21 maggio. Chen Bin, il vice capo della commissione sanitaria provinciale, ha confermato a Xinhua che tutti localmente i casi trasmessi trovati a Guangzhou dal 21 maggio erano riconducibili  alla variante indiana B.1.617.

La Cina èriuscita a contenere con successo la diffusione di COVID-19 dall’inizio dell’epidemia a Wuhan dal dicembre 2019 al marzo 2020. Mentre i casi sono (ufficialmente) rallentatiallo zero, l’esame delle origini del virus si è intensificato in mezzo a un crescente numero di prove che il virus fosse sfuggito da un laboratorio di Wuhan, mentre i genetisti stanno trovando ancora più prove che il vaccino era probabilmente prodotto dall’uomo. Ora le varianti rischiano di rientrare in Cina dai paesi confinanti, con i quali è moto difficile chiudere al 100% i contatti. Inoltre non rientra il ceppo originario, quello che i cinesi conoscono, ma le varia varianti potenziate provenienti da tutto il mondo. Se il virus è stato  liberato volontariamente, allora rischia di essere un grande boomerang.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal