Euro crisis posted by

GREFERENDUM: EURO O DRACMA? Analisi tecnica di una moneta e del paradigma sottostante

Il 30 di questo mese la UE e, forse, la BCE staccheranno il tubo dell’ossigeno che lega la Grecia alla moneta unica.

tsipras 1

Da quel giorno in poi tutto è possibile, perfino che un colossale Bank-run costringa la Banca Centrale Greca ad attuare il controllo dei capitali o a dotarsi di una moneta virtuale elettronica alternativa onde effettuare i pagamenti di stipendi, pensioni e fatture della Pubblica Amministrazione.

tsipras 3

Sarebbe poi così problematico se dovesse cadere l’euro in grecia e dovesse tornare una moneta (virtuale) alternativa? A sentire i dipendenti delle banche greche (italiani) intervistati dal L’Aria che Tira (La7) si, mentre per i piccoli imprenditori greci che vivono di turismo sarebbe una manna poiché il potere di acquisto dei turisti sarebbe maggiore e potrebbero spender molta più moneta durante le vacanze trovandole molto convenienti (altra serie d’interviste durante la medesima trasmissione di La7).

tsipras 2

Ma avete davvero compreso bene cosa siano l’Euro e la Neodracma o Neolira?

Cerchiamo di comprenderne l’equazione matematica alle spalle e di vedere cosa comportano le equazioni differenti tra loro.

Quest0 è l’euro:

tsipra 4

L’equivalenza intertemporale, come vedete, rappresenta un MUTUO: il debito pubblico del 2015 deve essere uguale alla sommatoria di “n” surplus di bilancio degli anni a venire (magari per 30 anni).

Questo comporta che aver accumulato debito pubblico esagerato, dal 1982 ad oggi, comporta dover rinunciare a futuri deficit di bilancio per mezzo dei quali si potrebbero impostare politiche economiche finalizzate allo sviluppo del paese.

Questa invece è la lira o la dracma o qualunque altra moneta sovrana (sterlina inglese, corona ceca o zloty polacco):

tsipras 5

Il meccanismo è completamente differente, molto più complesso e, soprattutto, ricco di variabili utili ai fini macroeconomici:

1) posso fare deficit di bilancio che….

2) via una maggior occupazione nel paese….

3) spinge anche l’inflazione…..

4) che aggiunta alla crescita reale…

5) determina un valore di “g” di gran lunga superiore a “r”….(quindi crescita reale e nominale – sommate – superiori al tasso medio pagati sui titoli di stato)…

6) in aggiunta, se vogliamo, possiamo ricorrere ad un po’ di stampaggio di moneta che rappresenta DEBITO INFRUTTIFERO, ovvero un I OWE YOU a fronte del quale mai dovremo restituire oro o altri beni….una MONETA FIDUCIARIA quindi…..un semplice mezzo di regolazione dei pagamenti….NON UNA RISERVA DI VALORE COME OGGI S’INTENDE L’EURO….detenere l’Euro e non spendere, in periodo di deflazione, arricchisce l’individuo (ma massacra l’economia del paese).

Bene, ora quando vi diranno….USCIRE DALL’EURO E TORNARE ALLA DRACMA E’ UN PROBLEMA…..potrete rispondere così:

“certo che è un problema, i governi avranno così tante leve da manovrare per far star bene i propri cittadini che verrà loro il mal di testa per utilizzarle tutte, altro che LEGGI DI STABILITA’ …”

tsipras 6

e quando vi diranno…MA C’E’ LA CINA…..DOBBIAMO COMPETERE CON LA CINA….CI SERVE L’EURO…..dite loro che:

tsipras 7

“Mumble mumble……ma guarda….serve l’euro poiché c’è la Cina….e poi è la Cina stessa a non desiderare la fine dell’Euro! …qualcosa non quadra!”

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog