attualita' posted by

GLI USA FANNO PARTIRE I DAZI, UN MINUTO DOPO RISPONDONO I CINESI. Stavolta previsti effetti inflattivi

 

Dopo una settimana in cui sembrava che la via del dialogo fosse riaperta fra Cina ed USA, c’è stato una robusta frenata. A mezzogiorno di domenica gli USA hanno applicato dazi a 112 miliardi di dollari di importazioni , alle 12.01 la Cina ha risposto con dazi su 75 miliardi di importazioni dagli USA.

Washington applicherà un dazio del 15% su una serie di prodotti sinora non colpiti dai dazi, dalle calzature ai tessili ai laptop, mentre Pechino ha reagito con dazi da 5% al 10% su una serie di prodotti soprattutto alimentari, fra cui la carne di suino congelata.

Finora Trump si era vantato di aver fatto pagare ai cinesi e non agli americani i dazi, non colpendo prodotti al consumo, ma questa volta è diverso. Il 90%dei tessili importati dalla Cina verrà colpito dal dazione questo non può che avere un effetto inflazionistico molto forte.

Quindi i cittadini USA avranno un impatto sui prezzi proprio quando inizia il periodo autunnale, solitamente molto ricco per le vendite commerciali. Già alcune catene californiane hanno lamentato che le traizionali vendite di prodotti elettronici retail pagheranno il rialzo. La Cina applica dei dazi inferiori perchè imporre aumenti sui prodotti alimentari in questa fase sicuramente avrà un effetto inflattivo, soprattutto sulla carne di maiale il cui prezzo è già in esplosione.

Un aumento dei prezzi dovuto a fattori esterni, come questo, può generare una contrazione della domanda che, se fosse sufficientemente forte, causerebbe un rallentamento economico, con la cosiddetta Stagflazione. Gli USA godono di una crescita superiore al 2% e non dovrebbero ancora entrare in questa pericolosa fase. Inoltre le aziende potrebbero alleggerire l’effetto dei dazi cambiando le proprie catene logistiche, anche se questo richiederebbe tempo.

L’applicazione dei dazi ha avuto un effetto moderato sugli indici di borsa, anzi alcuni orientali sono perfino stati positivi. Il mercato ha ormai scontato da tempo i dazi, anche sei il loro effetto potrebbe farsi sentire in Europa, soprattutto in Germania.

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi