attualita' posted by

GLI STATI UNITI VOGLIONO SEQUESTRARE IL PETROLIO FRA IRAN E VENEZUELA. Nuove richieste del procuratore generale

La procura degli Stati Uniti muove nuove accuse al commercio di petrolio fra Iran e Venezuela, affermando che questo va a finanziare la Guardia Rivoluzionaria iraniana (IRGC) e quindi punta al sequestro sia del petrolio in mare, sulle navi, sia del denaro pagato per questi carichi.

“(Questi flussi finanziari) supportano l’intera gamma di attività nefaste dell’IRGC, tra cui la proliferazione di armi di distruzione di massa e dei loro vettori, il sostegno al terrorismo e una varietà di violazioni dei diritti umani, in patria e all’estero”, Ha affermato il  per Il distretto di Columbia, Zia Faruqui, autore dell’azione legale per il sequestro.

L’accusa afferma che l’uomo d’affari iraniano, Mahmoud Madanipour, presumibilmente l’organizzazione di questo commercio, sia affiliato all’IRGC ed abbia utilizzato le sue società con sede negli Emirati Arabi Uniti per organizzare la vendita del greggio iraniano eludendo così le sanzioni.

Madanipour ha presumibilmente falsificato l’origine del petrolio nei documenti e quindi, grazie a dei  trasferimenti da nave a nave in alto mare, ha imbrogliato le autorità doganali. Pare che stia cerando di contrabbandare il petrolio iraniano anche in Malesia ed in Cina. L’accusa afferma anche che Madanipour abbia complottato per nascondere l’origine del denaro lavorando con società finanziarie con sede negli Emirati e nel Medio Oriente.

Questa vicenda ha due aspetti fantastici: il primo è che il paese definito con le maggiori riserve di petrolio al mondo debba importare l’oro nero per il completo fallimento del proprio governo, che non riesce neppure a mantenere attive le proprie raffinerie. Allo stesso modo appare incredibile che gli USA si facciano buggerare così sulla porta di casa. Vedremo se questa volta la marina USA cercherà di bloccare le navi iraniane.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed