attualita' posted by

GIAPPONE: CROLLO DEL PIL. Così ABE impara a fare l’Austero

 

Il PIL Giapponese del IV trimestre 2019 segna una caduta praticamente verticale con un  bel -1,6%, come potete vedere dal successivo grafico:

Il coronavirus Covid-19 però questa volta non c’entra proprio nulla perchè questo PIL si riferisce ad un periodo precedente, in quanto il Covid-19 è divenuto di pubblico dominio a gennaio 2020. In questo caso il colpevole è Shinzo Abe. Infatti a cadere verticalmente sono i consumi (-2,9%) e le spese delle aziende (-3,7%), mentre la spesa pubblica è cresciuta ad un tasso inferiore (+0.,2% contro il +0,7% dell’anno precedente). Insomma un bel disastro messo in luce dalle spese delle famiglie calate di un 11%.

Un bel disastro, e, tra l’altro, un bel disastro annunciato, perché ogni volta che il Giappone ha toccato l’IVA i consumatori, per un paio di mesi, hanno dato dei bei tagli ai consumi, anche in modo irrazionale. Shinzo Abe aveva parlato della necessità di raffreddare i consumi, di avere una spesa più responsabile, di contenere il deficit pubblico e quindi ha avuto questa fantastica idea di aumentare l’IVA dal primo ottobre 2019, dopo aver rinviato più volte questa decisione, ha applicato l’aumento del 2% dell’IVA, portandola al 10%. Una mossa inutile, perché l’inflazione giapponese, nonostante l’iniezione continua di denaro da parte della Banca Centrale, è rimasta al livello del 0,8%, ben lontana dal target del 2%, quindi c’era ben poco da raffreddare. Molti consiglieri avevano proposto di dividere l’aumento, per renderlo meno sensibile, ma ormai Abe aveva preso un impegno e quindi lo ha voluto portare a termine. I risultati li vediamo sopra: i consumatori hanno smesso di comperare.

Ora, solitamente, il Giappone si riprende da queste batoste nell’arco di qualche mese, ma questa volta si inserisce la complicazione del Covid-19, che ha colpito proprio il trimestre successivo, mandando al diavolo le reti logistiche dell’industria e diffondendo una giustificata paura nella popolazione. Quindi difficilmente ci sarà una ripresa, e per veder tempi migliori bisognerà aspettare il secondo se non  addirittura il terzo trimestre 2020, con le Olimpiadi di Tokio. Sempre che queste si tengano…..

 

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal
comments powered by Disqus

Seguici:

RSS Feed