Seguici su

Attualità

Arrival in Europa il primo carico di gas liquefatto australiano

Pubblicato

il

 

Il gigante energetico australiano Woodside ha spedito il suo primo carico di GNL , gas naturale liquido, direttamente in Europa, ha riferito la Reuters, precisando che il carico di 75.000 tonnellate è stato acquistato dalla tedesca Uniper, in difficoltà nell’ottenere forniture adeguate.

“Continuiamo a lavorare per garantire la necessaria fornitura di gas in Europa da fonti affidabili come l’Australia, contribuendo così a rafforzare la sicurezza degli approvvigionamenti durante l’attuale crisi innescata dalla guerra russa”, ha dichiarato il responsabile del settore GNL di Uniper, come riportato da Reuters.

Il gas liquefatto proviene dal progetto North West Shelf in Australia occidentale.” Gli eventi che si sono verificati nel corso del 2022 hanno dimostrato che il mondo non può dare per scontate forniture di energia affidabili e a prezzi accessibili, in particolare nel momento in cui ci sforziamo di decarbonizzare”, ha dichiarato il vicepresidente esecutivo di Woodside Mark Abbotsford.

“In questi momenti è più importante che mai che acquirenti e venditori lavorino insieme per rispondere in modo flessibile alle dinamiche del mercato. Il nostro rapporto con Uniper è un esempio di questa collaborazione”. La consegna di un carico di GNL della North West Shelf all’Europa evidenzia inoltre il ruolo che il GNL australiano può svolgere a sostegno della sicurezza energetica globale”, ha dichiarato Abbotsford.

L’Europa è alla ricerca di forniture di GNL in tutto il mondo in assenza dei flussi dei gasdotti russi, con la Germania particolarmente concentrata sul compito di ridurre al minimo e infine eliminare del tutto la sua dipendenza dal gas russo.

Questo ha spinto la bolletta del gas del Paese, e dell’UE, molto più in alto del normale e ha suscitato le proteste di più della metà dei governi dell’UE. Le proteste hanno portato alla richiesta di un tetto massimo di prezzo per le importazioni di gas, ma un accordo su tale tetto si sta attualmente rivelando elusivo.

Il fatto che la Germania sia disposta a importare GNL dall’Australia, soprattutto in un momento in cui l’inflazione in quel mercato è già considerevole, illustra la drammatica situazione dell’approvvigionamento energetico nella più grande economia europea, anche se quest’anno gli impianti di stoccaggio sono pieni dopo una stagione di rifornimento più lunga del solito.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito