analisi e studi posted by

Esporre la bandiera Ue? Nella “Giornata Mondiale della Poesia” preferisco scrivere Versi per la mia Patria (di Giuseppe PALMA)

Oggi, su accorato appello dell’ex Presidente del Consiglio Romano Prodi, qualcuno esporrà la bandiera dell’Unione europea, cioè di quella antidemocratica struttura sovranazionale che mortifica i Principi Fondamentali delle Costituzioni degli Stati membri. Il tutto – attraverso lo strumento “EURO” – in nome della tutela acritica del capitale internazionale a scapito di salari e diritti sociali.

Io non esporrò alcuna bandiera della Ue. Sventolerò invece con fierezza il tricolore italiano.

dipinto di Gerolamo Induno, “Roma, 1863 (La Bandiera Nazionale) – 1863

Ma non solo. Oggi è la “Giornata Mondiale della Poesia“, quindi ripropongo ai miei lettori (e non) una mia “Poesia per la Patria” scritta nel mese di ottobre 2018:

RIALZATI, ITALIA!

Di stracci e di pece vestita più
non siedi Sovrana, sul trono
dei Padri più non t’ergi, o Regina.
Chi t’ha ridotta in tal modo?
Chi t’ha costretta in catene?
Di rabbia e d’Amore è il tuo
volto, solcato a sfregio da un
taglio, sferrato a tradimento
da un figlio. Tanti in quei giorni
t’abusarono. Pochi, in verità,
t’han difesa. Oggi sei preda del
nemico, in balìa dello straniero,
tra le fauci del fato. Amata Italia,
ancora inserviente, alzati e issa
il tuo vessillo sovrano. Impugna
la spada e trafiggi il tiranno.
E se una lacrima mi ruberai giù
per il viso, ti chiederò di chinarti.
Per l’ultima volta. Per un solo
momento. Mai più da schiava,
mai più servile. Ma da Regina,
da indomita Signora. Afferra
la corona lercia di fango
e adagiala sul capo. Poi fissa
lo stendardo e indica la strada.
Non voltarti, il popolo è sorto,
pronto a lottare. A morire per te.

Giuseppe PALMA

http://www.scrivere.info/poesia.php?poesia=472794

(Poesia scritta nel mese di ottobre 2018 e contenuta nel libretto di poesie “RIALZATI, ITALIA! Poesie per la Patria, per il Cuore e per le Tradizioni“: https://www.amazon.it/Rialzati-Italia-Poesie-Tradizioni-Umanesimo/dp/886782919X/ref=sr_1_7?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=giuseppe+palma&qid=1552992835&s=books&sr=1-7)

***

Oggi c’è dunque chi espone la bandiera della Ue e difende acriticamente la moneta unica. Io vi ricordo semplicemente che l’euro è un accordo di cambi fissi: la rigidità del cambio impedisce le cosiddette svalutazioni competitive (la leva della svalutazione monetaria), spostando il peso della competitività dalla moneta al lavoro. Questo vuol dire che quando un’azienda vuol tornare ad essere competitiva sul mercato (cioè vuole tornare ad esportare o ad esportare di più), non avendo alle spalle uno Stato che possa intervenire sulla leva del cambio (svalutazione della moneta), è costretta – come scrivevo prima – a scaricare il peso della competitività sul lavoro (riduzione dei salari e smantellamento dei diritti sociali). In ciò lo Stato italiano è intervenuto negli ultimi anni attraverso le famigerate “riforme del mercato del lavoro” con l’obiettivo di ridurre i salari e le garanzie contrattuali e di legge del lavoratore. Il famoso “riformismo” di cui si riempe la bocca la finta sinistra da venticinque anni a questa parte (Riforma Fornero prima e Jobs Act dopo ne sono l’emblema).

Io, dunque, non espongo la bandiera Ue!

Per questo, proprio nella “Giornata Mondiale della Poesia“, ho deciso di riproporre i Versi di “RIALZATI, ITALIA!“.  Qui di seguito anche due Audio-Video della Poesia:

Giuseppe PALMA

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi