attualita' posted by

ERGO DECIPIATUR

Di fronte alla irresistibile ascesa di Macron e alla sua vittoria su Marine Le Pen nel ballottaggio per le presidenziali

francesi si impongono alcune considerazioni che potremmo mettere in colonna sotto un titolo latino: ‘Vulgus vult

decipi’ che significa ‘il popolo vuole essere ingannato’.  Trattasi di un motto tradizionalmente attribuito a un

cardinale del rinascimento italiano, Carlo Carafa. Esso è facilmente comprensibile e se ne può compendiare il senso

così: a volte, anzi spesso (anzi sempre?) pare che il popolo di cui ci sentiamo tutti parte e per il quale proviamo una

istintiva attrazione (per via del nostro irriducibile romanticismo democratico) voglia proprio essere turlupinato,

preso in giro, raggirato. Un po’ come quei gonzi che, alle fiere ambulanti del far west, si facevano propinare a buon

prezzo le tisane salvifiche dagli ambulanti imbroglioni. Non c’è davvero altra spiegazione. Deve trattarsi di una

prerogativa delle masse elevata all’ennesima potenza in un’era in cui le masse vanno al guinzaglio di chi ne detta

tempi e ritmi dei pensieri e dei sentimenti. Torniamo a Macron. Egli è, con tutta evidenza, un bamboccio ben fatto,

ben impostato, ben costruito. Insomma, il classico politico gggggiovane e fico costruito in provetta per fare gli

interessi delle elites. Anche l’Italia ne ha avuti in sorte di analoghi, come sapete. Ma nel caso di Macron, il suo

curriculum è così eloquente che gli manca solo un cappello a punta in testa (magari con le orecchie da asino) con su

scritto: ‘sono stato mandato per servire i padroni del globo’. Facciamo un giochino. Quali sono le poche, ma

irrefutabili, certezze maturate dalla gente comune mediamente sveglia  rispetto alla realtà della globalizzazione? Che

il corso attuale della politica è un teatrino per assecondare le strategie delle multinazionali e depotenziare gli stati

nazione; che ci sono poche dinastie familiari fantamiliardarie, tipo i Rotschild, in grado di ammassare più risorse

dell’ottanta per cento della popolazione mondiale messa assieme; che il liberismo selvaggio e il mito della

concorrenza e dei mercati è il grimaldello per proletarizzare la middle class di un tempo; che ci sono gangli di potere

semi-occulti, tipo il celebre Bilderberg, dove la storia viene scritta a dispetto della volontà popolare. Bene, Macron ce

le ha tutte! Le accendiamo? È  stato advisor della multinazionale Nestlè; è stato consulente della banca Rotschild; ha

fatto parte come relatore della ‘Commissione per la liberazione della crescita’ insieme ad altri padri nobili del

pantheon europeista tipo Jacques Attali e Mario Monti; ha preso parte al gruppo Bilderberg nel 2014. Cos’altro

serviva a capire che egli è tanto giovane fuori quanto ‘vecchio’ dentro? Eppure ha vinto e rivincerà. Il che ci riporta al

motto del cardinal Carafa da cui abbiamo preso le mosse. Vulgus vult decipi. La frase, per amor di completezza,

termina così: ergo decipiatur (‘dunque, sia ingannato’). Dalle nostre parti si direbbe, dei francesi: becchi e bastonati

(cornuti e mazziati). E ben gli sta.

Francesco Carraro

www.francescocarraro.com

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog