attualita' posted by

Duello ad Oriente: l’India mette il veto a Huawei e ZTE per la propria rete 5G

 

 

 

L’India consentirà ai gestori di telefonia mobile di effettuare prove 5G con produttori di apparecchiature tra cui Ericsson, Nokia e l’unità di rete di Samsung, ha detto il governo martedì, ma non ha nominato la cinese Huawei tra i partecipanti. Un nuovo fronte di opposizione fra Pechino e Nuova Delhi.

Jio Infocomm, Bharti Airtel e Vodafone Idea di Reliance Industries condurranno le prove insieme a MTNL statale nelle aree urbane, rurali e semiurbane, ha affermato in una nota il Ministero delle comunicazioni.

La dichiarazione non ha menzionato Huawei e la piccola rivale cinese ZTE tra i fornitori di apparecchiature di rete partecipanti.

Huawei ha rifiutato di commentare, mentre ZTE e il ministero indiano non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento sull’elenco delle aziende coinvolte.

Sebbene l’India non abbia nominato i giocatori cinesi come partecipanti alle prove di sei mesi, che mirano a testare l’attrezzatura e la tecnologia 5G in ambienti diversi, non ha vietato loro di fornire apparecchiature 5G ai vettori.

Due funzionari governativi hanno detto a Reuters a marzo, tuttavia, che Nuova Delhi probabilmente impedirà agli operatori di telefonia mobile di utilizzare apparecchiature di telecomunicazione prodotte da Huawei, in base alle norme sugli appalti che entreranno in vigore a giugno.

L’India è il secondo mercato più grande al mondo per numero di utenti di telefoni. Le autorità sono diffidenti nell’affidare nuove attività tecnologiche alle aziende cinesi a causa di problemi di sicurezza, hanno detto in precedenza fonti governative, e il desiderio di aiutare i produttori locali di apparecchiature per le telecomunicazioni.

Il dipartimento delle telecomunicazioni del governo ha dichiarato a marzo che, dopo il 15 giugno, i vettori possono acquistare solo alcuni tipi di apparecchiature da “fonti attendibili” approvate dallo stato e ha affermato che Nuova Delhi potrebbe anche creare un elenco “senza appalti” di fornitori vietati.

Si tratta dell’ennesimo fronte di scontro fra Cina ed India, dopo gli scontri al confine himalaiano e le recenti polemiche per una vignette cinese in cui si confrontavano i successi spaziali cinesi e le pire di morti per covid indiane. Inoltre la Cina vende armamenti avanzati al Pakistan, provocando il progressivo avvicinamento di Nuova Dehli  all’occidente.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal