attualita' posted by

Con il Migration Compact criticare la migrazione diventerà un “Crimine d’Odio”

 

 

Ci sono forti pressioni, provenienti perfino dal Quirinale, affinchè l’Italia firmi il Migration Compat, l’accordo mondiale che renderebbe quello di migrare un diritto. Naturalmente molti paesi lo hanno rifiutato, fra cui Svizzera, Slovenia , Croazia, Austria, Ungheria, Polonia , Israele, Cechia ed Australia. Alla fine è una questione dei soliti “Progressisti”, UK e Germania in testa, e di chi vuole invadere gli altri. L’Italia allo stato attuale, come ha detto Salvini, non firmerà il patto.

Tra l’altro, come ha messo in luce il deputato europeo Marcel de Graaff, dopo la firma i cittadini europei che lo accettassero perderebbero il diritto di parola e di critica della Migrazione: infatti se questa viene definita come un diritto dall’ONU e questo viene accettato, dopo non è più possibile criticarlo se non essendo inquisibili come “Hate Speech”.

Ecco il discorso del Parlamentare europeo:

Quindi a questo punto il rifiuto del Migration Compact diventa anche una questione irrinunciabile di difesa della libertà di espressione, non solo un importante problema di controllo della migrazione. Si mettono in gioco i diritti fondamentali dell’euro.

Spero che tutti ne siate consapevoli.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog