attualita' posted by

Con 200 denunce il Tribunale dei Ministri spinge già per l’archiviazione. Interferenza inammissibile.

Sono state oltre 200 le denunce contro Conte ed il suo governo per la gestione dell’emergenza Covid-19, ma nel trasmettere le denunce al Tribunale dei ministri la procura di Roma avrebbe aggiunto una nota consigliando l’archiviazione di tutte queste denunce come infondate. Evidentemente a Roma si ritiene che a Marzo 2020 non sia successo nulla in  Italia, che tutto sia stato perfetto e liscio, e che quindi i ritardi nelle chiusure e negli interventi già a febbraio non si sarebbero potute salvare vite.

Come pone in evidenza l’avvocato Taormina la procura non aveva nessun diritto i are indicazioni sul proscioglimento, tra l’altro in modo così sprezzante, perchè non è suo compito dare queste indicazioni. però si vuole dare l’impressione mediatica che sia tuttop a post, che vada tutto bene, che “Non bisogna disturbare il manovratore”. Perchè per la magistratura è quella i Palamara, quella che “Salvini ha ragione , ma dobbiamo processarlo”, per cui possiamo anche immaginarci che Palamara avrebbe chiamato e detto “Cone è colpevole, ma dobbiamo assolverlo”. Però Salvini deve comunque andare a processo, anche se agiva come ministro, nella collegialità del governo, per applicare il programma di Governo approvato al parlamento, perchè è Salvini. non perchè sia colpevole, ma perchè ormai la magistratura è l’ultimo strumento del Deep State, dei poteri forti, per combattere il popolo.

Vi lasciamo al video di Taormina sulle denuncie.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed