attualita' posted by

Come Huawei e la Cina si infiltrano nelle università occidentali

 

Un ex leader del Partito Conservatore ha chiesto al governo britannico di indagare sulla dipendenza del Regno Unito dalla Cina poiché ci sono dei forti indizi che un centro di ricerca dell’Università di Cambridge sia stato “infiltrato” dal colosso tecnologico cinese Huawei. In questo modo ha evidenziato come

Parlando al Times di Londra domenica, Sir Iain Duncan Smith ha affermato che le università nel Regno Unito sono “troppo dipendenti dai soldi cinesi”, con Cambridge che è “uno dei peggiori trasgressori”.

L’anziano conservatore ha esortato il governo a avviare un’indagine urgente sulla “dipendenza del Regno Unito dalla Cina attraverso una serie di istituzioni e aziende”.

Il suo commento è arrivato dopo che il giornale ha riferito che il  responsabile del centro e tre su quattro dei direttori del Cambridge Center for Chinese Management (CCCM) hanno legami con Huawei, il colosso cinese dell’elettronica.

Il Times ha detto che le informazioni su Yanping Hu, che è stato indicato come il principale rappresentante del CCCM, sono state rimosse dal sito web del CCCM in seguito alle richieste del giornale.

Una cache della pagina, archiviata il 17 agosto, ha affermato che Hu era stato capo del Huawei Management Engineering Group, direttore del comitato per il cambiamento aziendale di Huawei, direttore del dipartimento organizzativo di Huawei e vicepresidente dell’Università di Huawei prima di diventare SVP di Huawei. .

La versione cinese della pagina affermava anche che Hu è il CEO di Hua Ying Management, affiliata a Huawei, che è, insieme a Huawei e alle sue altre affiliate, in un elenco di entità di Washington che “rappresentano un rischio significativo di coinvolgimento in attività contrarie a la sicurezza nazionale o gli interessi di politica estera degli Stati Uniti”.

La pagina vantava anche le credenziali di Hu come “esperto che gode di un’indennità speciale dal Consiglio di Stato”.

Tian Tao, uno dei quattro direttori del CCCM, è consulente senior di Huawei Technologies e confidente del CEO di Huawei Ren Zhengfei.

La versione cinese del sito web del CCCM ha anche affermato che è ruolo e “missione storica” ​​del CCCM documentare, sintetizzare, diffondere e contribuire allo sviluppo e alla gestione delle imprese cinesi.

Johnny Patterson, cofondatore e direttore politico dell’ONG per i diritti umani Hong Kong Watch, ha affermato che il legame tra l’università e il Partito comunista cinese ha serie implicazioni.

“I legami di Huawei con il governo cinese non sono un segreto. Sembra che Huawei si sia infiltrato nel centro di ricerca e l’università dovrebbe assolutamente indagare”, ha detto Patterson al Times.

“Gli stretti legami tra Huawei e l’Università di Cambridge hanno serie implicazioni morali e di sicurezza nazionale”, ha aggiunto.

Un portavoce dell’Università di Cambridge ha affermato che qualsiasi relazione con l’università è in linea con le linee guida del governo.

Il CCCM “è un programma di gestione aziendale incentrato sulle pratiche commerciali cinesi. In quanto tale, si impegna con vari settori dell’economia cinese, comprese le società tecnologiche”, ha affermato il portavoce in una nota.

“L’Università di Cambridge dispone di un solido sistema per la revisione di tutte le relazioni strategiche e di rigidi protocolli per l’impegno con qualsiasi azienda. Qualsiasi relazione che l’Università ha con qualsiasi entità aziendale, nazionale o internazionale, aderisce rigorosamente alle linee guida stabilite dal governo del Regno Unito.

Né Huawei, né il governo del Regno Unito hanno risposto alle richieste di commento al momento della pubblicazione.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal