attualita' posted by

CENSURA COME NON CI FOSSE UN DOMANI: ZEROHEDGE ED ARSENALE

Ormai esiste una censura buonista, messa in atto da gruppi di estremisti liberticidi infiltrati nei social media che, contro le regole della libertà di parola e di espressione, si arrogano il diritto di imporre censure e vincoli insensati ed assurdi.

Negli USA vi è stato un caso clamoroso. Si è scoperto che molti siti pro file o di informazione alternativa, come il noto Zerohedge, erano stati messi in una lista di ban riservata alla pornografia dal social media Pinterest. Questo impediva a chiunque di “Pinnare” un articolo proveniente da questi siti. La mossa è stata compiuta per misteriose vie internamente da Pinterest senza neppure possibilità di appello da parte degli interessati.

Secondo documenti interni pubblicati da Project Veritas ad includere il sito Pro Life è stata una dipendente, Megan McClellan, senza che ci sia stato nessun ulteriore controlli. La stessa dipendente ha aggiunto un altro sito alla lista, Infowar. La  cosa divertente è che quando Project Veritas ha segnalato il caso Liveaction questo prima è stato tolto dal ban, quindi bannato in modo permanente.

Quindi chi lavora, magari infiltrato, in certi social media può permettersi di bannare chi scrive contenuti ritenuti scomodo, francamente infischiandosene di qualsiasi concetto come Libertà di Parola e di espressione. Tra l’altro lo stesso social media ha anche introdotto una lista di termini sensibili fra i quali ci sono le parolacce a fianco di parole come “Cristiano”, “Pasqua” e “Bibbia”….

Insomma una lotta anticristiana in corso nei social media, alla faccia della tolleranza, e, sempre, della libertà di parola. Tra l’altro Zerohedge è un sito di informazione economica seguita in tutto il mondo con fonti alternative, ma sempre verificate.

Ieri poi è stato chiuso violentemente anche l’account twitter di @ArsenaleKappa. Arsenale non le mandava a dire, ma , nello stesso tempo, nella media di Twitter, era uno degli account satirici più moderati. Cancellati i suoi 80 mila tweet, tutti, ed un account che aveva accumulato 120 mila follower. Questa è la libertà oggi, dove altri si permettono di offendere , e pesantemente, tutti i giorni.

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi