attualita' posted by

ATTENZIONE AGLI EUROBOND E ALLA DITTATURA FISCALE DEI VICERE’ FRANCO TEDESCHI. (di Marco Santero)

 

Le decisioni di politica monetaria appena adottate sono state approvate dalla BCE con ampie divisioni interne ed è stato diramato un documento a firma dell’ex capo economista della BCE Jürgen Stark (tedesco), dell’ex vice governatore della banca centrale Herve Hannoun (francese) , dell’ex componente del comitato esecutivo della BCE Otmar Issing (tedesco), dell’ex governatore della banca centrale austriaca Klaus Liebscher, dell’ex presidente della Bundesbank Helmut Schlesinger (tedesco), dell’ex governatore della banca centrale olandese Nout Wellink e dell’ex governatore della banca centrale francese Jacques de Larosiere.

(per verificare la notizia basta digitare “draghi attaccato dagli ex governatori” e trovate un’ampia serie di articoli delle principali testate giornalistiche)

In questo documento draghi viene attaccato pesantemente per aver sbagliato diagnosi ed approccio (SECONDO LORO E I LORO MANDANTI FRANCO TEDESCHI e gli accoliti, per convenienza, olandesi e austriaci) nell’assicurare il mandato della BCE, che è solo quello di garantire la stabilità dei prezzi.

Per non aver tenuto conto degli effetti devastanti dei tassi di interesse negativi.

Per aver finanziato indirettamente gli stati con il Q.E.

La questione è che Draghi fra due settimane non sarà più il capo della BCE.

Quindi il messaggio e l’avvertimento sono per il nuovo capo della BCE, la francese Lagarde (E SOTTOLINEO FRANCESE)

La conseguenza sarà un irrigidimento della parte tedesca, olandese, francese ed austriaca della BCE e se diventerà realtà pratica, non potrà che portare ad un attacco speculativo verso i debiti pubblici del Sud Europa, anche per ridare fiato alle banche nord europee esangui per tassi negativi: perché con tassi negativi il rendimento per una banca dov’è?

Quindi le banche nord europee stanno saltando come birilli di un bowling e la crisi finanziaria in arrivo potrebbe avere l’effetto di uno tsunami.

La realtà è che le politiche monetarie di Draghi hanno salvato (per ora) l’Euro che con l’esplosione incontrollata degli SPREAD sarebbe saltato entro il 2012 inizio 2013.

La soluzione quale sarà per l’impero franco-tedesco?

Fare gli Eurobond europei per una svolta negli investimenti ambientali che sono stati preparati dal pupazzo Greta, così l’asse franco-tedesco prende 5 e più piccioni con una fava:

1) si stimola la propria economia prostrata da decenni di psicotica austerity.

2) si stimola la domanda interna UE senza la quale i prodotti tedeschi “a chi li vendi?” visto che Trump non si fa più fregare dal finto Marco svalutato artificialmente dai tedeschi grazie alla stupidità/empia collaborazione dei governanti degli altri paesi che si sono fatti ingabbiare nella trappola Euro. E fa apparentemente una bella figura “ACCHIAPPA CITRULLI” come politica magnanima, mentre in realtà c’è il mega trappolone:

3) si creano Eurobond che verranno caricati come debito pubblico aggiuntivo o sostitutivo (di BTP in scadenza) per paesi come l’Italia che così, come già accaduto alla Grecia, si ritroverà debito pubblico in diritto e valuta straniera nel caso che l’euro salti, con un grave danno usurocratico.

4) la svolta “ecologica” verrà impostata su una valanga di norme europee che schianteranno definitivamente queste “maledette” (pensiero franco-teutonico) PMI italiane che non mollano e, nonostante i governi di sinistra italiani per conto del 4 REICH le abbiano tartassate e massacrate in ogni modo ( e il nuovo governo di viceré PD e M5S ha ripreso il massacro, perfino i commercialisti per la prima volta hanno “scioperato” e ora protestano contro le assurde e vessatorie proposte governative), continuano in gran parte ad esistere e a dare filo da torcere ai potentati economici franco-teutonici.

Ma con la svolta “ecologica” le mettiamo finalmente fuori mercato perché mai potranno avere i mezzi economici per ristrutturare le aziende come “DIRETTIVE” del 4 REICH (anche perché le banche italiane ormai a controllo straniero non forniranno i prestiti necessari o lo faranno a tassi insostenibili).

5) le banche del Nord Europa con gli euro bond che fanno media con i rendimenti più alti imposti con lo spread al Sud Europa, potranno riavere dei tassi positivi e potranno avere rendimenti in patria e utili facendo man bassa dei titoli emessi dai P.I.G.S., trasformati in titoli di debito pubblico in diritto estero e quindi garantiti dal crollo eventuale dell’euro!

Ci sarebbero altri punti ma è meglio fermarsi qui perché il nocciolo della questione è chiaro ormai: bisogna impedire che all’Italia vengano rifilati titoli di stato in diritto estero perché altrimenti ci ritroviamo totalmente schiavi dell’Usurocrazia franco-tedesca.

Il governo ed il viceré dell’economia italiano ha già parlato del piano di investimenti da 1000 miliardi di euro in Eurobond per l’Eurozona!

Se riescono a ri-denominare il nostro debito pubblico in diritto estero (magari lussemburghese!!) siamo finiti e diventiamo come la Grecia.

Ci vuole una forte campagna di informazione per creare una reazione popolare e anche per informare i parlamentari che in stragrande maggioranza di questi meccanismi fraudolenti NON CAPISCONO NULLA da decenni.

Da decenni hanno svenduto l’orto allo straniero e si accontentano come servi pezzenti dei torsoli e delle ossa lanciati dalla tavola franco – tedesca. Una tavola cui prima dello SME e soprattutto dell’Euro eravamo a capotavola.

Spettacolare fu la sintesi di Andreotti che a domanda sulla corruzione, ormai più che ottantenne rispose:

Beh…anche noi mangiavamo ma…almeno sapevamo stare a tavola.”

Poi con una diabolica “tangentopoli” a furor di popolo (artificialmente aizzato dalla finanza speculativa come utile idiota) quella classe politica corrotta sì, ma competente e che difendeva strenuamente l’interesse nazionale é stata spazzata via e rimpiazzata da docili viceré ( a libro paga o incompetenti).

Ora questo governo sta montando l’odio popolare verso gli evasori, un altro tassello della programmata devastazione delle P.M.I. italiane che hanno una tassazione totale media del 64,8%!!!

Dato che subito inizierà la battaglia su questa cifra pazzesca cito la fonte che direi è autorevole, cioè l’agenzia regionale dell’ONU!

https://www.unric.org/it/attualita/30904-secondo-la-banca-mondiale-litalia-e-al-primo-posto-in-europa-per-pressione-fiscale-sulle-imprese

E vai, siamo primi al mondo! Nel massacrare le nostre P.M.I.!

E se per sopravvivere fanno una parte in nero? IN GALERA!

Se riusciranno ad approvare la finanziaria come è prevista il 2020 sarà l’anno in cui chiuderanno più imprese dall’Unità D’Italia, con un crollo verticale delle entrate fiscali dalle imprese (e dai relativi lavoratori, fornitori, ecc.): una catastrofe che porterà l’Italia a gran velocità nello scivolo INFERNALE GRECO:

Patrimoniali e tagli draconiani alla spesa pubblica cioè scuola, sanità, pensioni, ecc., ecc. (per compensare il crollo del gettito fiscale) = il film già visto in Grecia, anzi gli italiani cosa è successo in Grecia nel dettaglio NON LO HANNO VISTO, PERCHE’ E’ STATO CENSURATO! (p.s.: messaggio per i dipendenti RAI: “in Grecia la tv di stato è stata chiusa e i dipendenti licenziati!! Penso sia il caso di riflettere sulla cosa”).

Il tutto ci porterà alla miseria e devastazione sociale Greca.

Esattamente il progetto del 4 REICH per l’Italia! Per poter poi FINIRE di banchettare come iene sulla nostra carcassa, sui nostri giganteschi patrimoni fisici (es. quasi 8.000 km di pregiata costa mediterranea con il gigantesco indotto turistico!), infrastrutturali (porti e areoporti, linee ferroviarie ad alta velocità, autostrade, ecc., ecc.) e economici (es: la gigantesca quantità di eccellenze agro alimentari con enormi potenziali turistici accessori, basta pensare al solo vitivinicolo), ecc., ecc.. COME HANNO FATTO IN GRECIA!

Alla faccia della cooperazione e solidarietà Europea! Questa è una guerra nascosta ma disumana e spietata (nascosta dalle regole brutalmente liberiste che sono state imposte nella UE) che la Germania, assetata in modo psicopatico di rivincita e di dominio, sta conducendo con grande e diabolica lucidità contro gli altri stati Europei, che sta devastando, marginalizzando e ridimensionando economicamente l’Europa rispetto al resto del mondo.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi