attualita' posted by

A Chi Pago Il Francobollo

La notizia di oggi è interessante quanto inquietante, in questa fase di spoliazione di ogni ricchezza Italiana prima che il sistema esploda.

Poste Italiane vanno sotto il riflettore degli investitori (internazionali?)

Intermonte ci informa che: “Ieri si è tenuta una riunione tra i parlamentari della maggioranza e il ministro del Tesoro, Pier Carlo  Padoan,  per discutere la manovra economica da presentare entro il 10 aprile. In particolare, sembra che nonostante le opposizioni dei parlamentari il ministro Padoan voglia proseguire con il processo di privatizzazione di Poste Italiane [PST.MI] per dare un chiaro segnale alla Commissione europea. Non è chiaro se per processo di privatizzazione di Poste si intenda la cessione a CDP della quota ancora in mano al Tesoro, o la cessione sul mercato.(E qui sta il busillis, rimanere nel fumus operandi è la vera strategia ndr.) E’ da considerare che il cambio del management potrebbe comunque complicare eventuali collocamenti sul mercato. In ogni caso, la prima finestra utile per il collocamento sul mercato sarebbe secondo noi a giugno, dopo il pagamento del dividendo.“ (Ma allora la collochiamo sul mercato? Ndr)

Nelle poste italiane ci sono i risparmi delle fasce più deboli ed ignare, delle famiglie che abitano nei luoghi rurali, dove le banche commerciali non offrono servizio, insomma le Poste hanno fornito il servizio anche in bacini di utenza non remunerativi, come faceva Enel ed una volta anche Sip (prima di chiamarsi Telecom, era il suo nome, altro che digital divide finto).

In sinergia con l’aumento delle tasse sui terreni e sugli immobili, della crisi del lavoro, possiamo facilmente scorgere la manovra a tenaglia che circonda il risparmio degli Italiani, da un lato le famiglie vendono i possedimenti in un mercato al ribasso, dall’altro mettono i soldi in posta che diverrà privata (straniera?)

Vorrei sapere quanto costerà comprare la quota di controllo delle Poste (sarà argomento del mio prossimo studio) e quanto, invece, valgono i risparmi in essa contenuti.

Guadagnarsi un posto al sole è difficile, non ci sono mai riusciti con i cannoni, e vogliono farlo pilotando l’economia con la collaborazione di alcuni traditori.

La storia ci insegna che non tutti i traditori finiscono bene, alcuni pagano caro il prezzo della salvezza degli altri, mi appello a voi servi del nemico, siete sicuri di non essere il capro espiatorio? Guardatevi negli occhi, la storia non inganna, è solo questione di tempo, quello che ora scrivete con la penna, vi verrà letto domani alla sbarra, davanti al popolo, se esso non vi troverà per primo.

Roberto Alice

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog