analisi e studi posted by

DEMOCRATICI ED INTELLETTUALI, DA SEMPRE ALL’ORIGINE DELLE CRISI ECONOMICHE E DEI FALLIMENTI STATALI

Nel 1848 l’Europa venne sconvolta da una grandissima crisi rivoluzionaria. Francia, Italia, Austria e Germania ne furono colpite profondamente. Le sole Russia (causa arretratezza della società civile e feroce repressivo zarista) e Gran Bretagna (dove il sistema politico seppe recepire le spinte della società civile) rimasero ai margini di tali eventi.

Alla base di tali simultanei eventi vi era il forte peggioramento della situazione economica. Nel biennio 1846-47 l’Europa vide verificarsi le seguenti crisi:

  • settore agricolo,
  • poi quello industriale
  • quindi quello commerciale.

Il sistema capitalistico aveva provocato carestie, miseria, disoccupazione e, di conseguenza,  diffusi malesseri, disagi economici ed inquietudine sociale.

Ora direte voi.

“Embe’?”

No, questo lo dico io poiché è tipico dei tfernati.

Voi invece direte: E QUINDI?

E quindi nulla.

Voglio solamente mostrarvi che la storia è ripetitiva, una ruota, eventi già vissuti si ripetono ciclicamente.

Su Leonardo così viene descritto quel periodo:

LATERZA 3

  1. sovrapproduzione da sviluppo economico
  2. crollo degli acquisti causa produzione superiore a quanto la popolazione potesse consumare
  3. crollo dei prezzi con riempimento dei magazzini aziendali con forte invenduto
  4. enorme sviluppo della speculazione con import di prodotti stranieri dal prezzo inferiore
  5. conseguente diminuzione del capitale esistente che, essendo speso all’estero non era più presente nel continente per salvare il sistema economico.

Ma tutto questo, che alla fine porta anche alla nascita del partito comunista di Marx che aveva capito benissimo il potere distruttivo connesso al turbocapitalismo finanziario globalizzante,doveva aver trovato un humus su cui svilupparsi.

Volete sapere questo humus da cosa era rappresentato?

Ce lo dicono gli autori che hanno scritto un libro per la casa editrice Laterza:

LATERZA 2

L’humus, secondo i due autori, era rappresentato da due entità a noi note nel nostro tempo:

LATERZA 1

Prestate attenzione alle ultime 4 righe:

  1. L’AZIONE CONSAPEVOLE SVOLTA DAI DEMOCRATICI DI TUTTA EUROPA (pensate a Schulz, Hollande, Bersani, Tsipras, Renzi, Prodi e sinistrozzi vari);
  2. IN PARTICOLARE DAGLI INTELLETTUALI (che per inciso sono in televisione tutti i giorni a rassicurare il pensionato e il dipendente pubblico di turno che NON AVENDO STUDIATO ECONOMIA non ha le armi per difendersi da questa categoria di DEMOLITORI DI CULTURA E DI COMUNITA’

Da che mondo e mondo, democratici e intellettuali agiscono per creare disagio sociale ed economico al servizio del capitale finanziario globalizzante.

Finché non ci libereremo di questa gente il mondo non sarà mai un posto sicuro.

Ad maiora!

 

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog