attualita' posted by

UN MINISTERO CHE CHIUDE GLI OSPEDALI NON É UN MINISTERO DELLA SANITA’ ( di Marco Santero)

 

UN MINISTERO DELLA SANITA’ CHE RIDUCE GLI OSPEDALI A “AZIENDE OSPEDALIERE”!!

Con il decreto Vaccini della “maturanda” al Liceo Classico Lorenzin la sanità ha decisamente imboccato una deriva pericolosa in cui l’imposizione prevarica la spiegazione, in cui i cittadini vengono considerati ormai come POLLI IN BATTERIA da “bombare” di farmaci e vaccini senza verifiche sulla tolleranza agli stessi.

Fortunatamente davanti a politiche sanitarie così brutali e miopi si alzano le proteste anche da parte dei medici con una buona conoscenza in materia (che si cerca di RADIARE DALL’ORDINE DEI MEDICI PERCHE’ “ERETICI” RISPETTO AL DOGMA IMPOSTO) e docenti in materia di politiche sanitarie come Ivan Cavicchi dell’Università Tor Vergata di Roma con questo bellissimo articolo:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/06/13/decreto-vaccini-il-corto-circuito-tra-affari-una-scienza-usata-male-e-una-politica-senza-politica/3654906/

Il prof. Cavicchi centra il vero problema, cioè il regno assoluto dei TECNOCRATI che questo neoliberismo e questa U.E. usano per rendere schiavi e sudditi i cittadini.

Si definisce tecnocrazia la tendenza ad affiancare il potere politico non per consigliarlo, secondo competenza, ma per soppiantarlo, assumendo in proprio la funzione decisionale. La razionalità della tecnocrazia che ha ispirato, controllato e validato il decreto è fondata su elementi meramente quantitativi, relegando nel mondo dell’irrazionale, quindi del deprecabile per definizione, tutto ciò che non è quantificabile, quindi tutto ciò che è sociale, culturale, personale.”

(esattamente quanto accade nell’economia e finanza in cui i tecnocrati continuano a sostenere con forza che gli asini hanno le ali contro ogni evidenza scientifica)

Una sintesi spettacolare! per non parlare delle conclusioni scioccanti cui giunge:

In questo decreto la tecnocrazia è andata oltre i mezzi necessari all’azione sociale e si è appropriata degli scopi sociali, parlando di false emergenze, con false epidemie, per cui la decisione saggia che sarebbe convenuta a tutti noi non è stata presa, perché le convenienze personali dei vaccinatori di assalto, hanno semplicemente prevalso.”

Dopo essere arrivati tanto in basso a mio parere va ripensato proprio il ministero della Sanità, ormai diventato solo il garante di enormi interessi economici che vedono nella Cura un Business molto più “INTERESSANTE” della PREVENZIONE:

In sostanza il principio della sanità attuale equivale a guidare una macchina senza manutenzione finchè non “fonde” il motore per poi poterlo cambiare con un costo enormemente maggiore al cambiare periodicamente l’olio e fare i tagliandi di manutenzione.

Il ruolo della prevenzione e soprattutto dell’informazione preventiva fatta con garbo e intelligenza da uno stato che ha a cuore la SALUTE E BENESSERE DEI CITTADINI e non la SANITA’, cioè il sistema economici-sanitario con tutti gli “interessi” che gli ruotano intorno.

Per questo mi permetto di suggerire un nome, che rappresenta soprattutto un metodo e un approccio alla salute pubblica molto più umano:

Ciro Vestita:

http://www.cirovestita.it/ciro-vestita.asp

Un docente della Scuola Sant’Anna di Pisa, una delle eccellenze mondiali della formazione Universitaria e uno dei massimi studiosi di Nutraceutica (curare col cibo) oltre che medico come formazione.

La sua età (67 anni) da la misura della enorme esperienza maturata in oltre 40 anni di professione e studio e direi che rispetto ad una Lorenzin il salto di qualità sarebbe stellare.

Un aspetto importante sarebbe che oltre alla conoscenza e competenza Vestita ha anche un’autorevolezza mediatica ormai pluri decennale che sarebbe un aspetto importante.

Ma la vera rivoluzione potrebbe essere il ruolo dell’informazione e prevenzione che resi pregnanti nella società e in tutte le fasi della vita dei cittadini porterebbero enormi benefici in termini di SALUTE E BENESSERE DEI CITTADINI, perché non si dice (nei Media) che è vero che la vita media si sta allungando, MA LA VITA MEDIA IN SALUTE SI STA ACCORCIANDO!

IN SOSTANZA STIAMO DIVENTANDO UNA SOCIETA’ DI MALATI CRONICI CHE CAMPANO DI PIU’ SOLO GRAZIE A MEDICINE E TERAPIE CHE PERMETTONO UTILI STELLARI AL SISTEMA ECONOMICO CHE RUOTA, APPUNTO, INTORNO ALLA SANITA’.

Questo non vuol dire, ovviamente, depotenziare la sanità pubblica, ma al contrario potenziarla ma nella direzione della prevenzione e informazione per prevenire una grossa fetta della spesa sanitaria, che per i cittadini si traduce in sofferenze indicibili e per lo stato in spese sempre più elevate.

CARI SALVINI E DI MAIO PENSATECI SE AVETE A CUORE IL BENESSERE DEI CITTADINI.

ITALIA LIBERA, SANA, EQUA, GIUSTA, SOSTENIBILE E SOPRATTUTTO SOVRANA (come previsto dal 2 comma dell’articolo 1 della costituzione CARO RIOTTA)


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog