attualita' posted by

Un genocidio al rallentatore di Gabriele Ghidelli (Bazaar)

“I soldi del bail-in sono andati alle famiglie che non hanno potuto ripagare il mutuo perché il capofamiglia ha perso il lavoro.

Sono andati alle imprese che sono fallite con il magazzino pieno.

ESSI hanno deciso che ad ogni imprenditore impiccato deve corrispondere un risparmiatore suicidato.

Si chiama Open Society.

L’istituto di credito non facilita più la trasformazione del risparmio in investimento: ha per missione il controllo demografico.

Quindi le sofferenze bancarie vengono ripagate con quelle dei famigliari delle vittime.

A livello micro.

A livello “macro” i soldi del bail-in sono il colossale traferimento di patrimonio dalla comunità sociale italiana verso quella tedesca, insieme ai redditi futuri degli asset che sono stati svenduti o distrutti.

In pratica, i frutti di generazioni di ciò su cui si basa la nostra Repubblica – il lavoro – vengono saccheggiati e depredati dal capitale internazionale con il collaborazionismo di tutta la classe politica e della grande industria, mentre le classi subalterne imprenditoriali e salariate non hanno le risorse culturali per capire come mai la speranza di vita crollerà.

Stiamo assistendo ad un genocidio al rallentatore”.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog