attualita' posted by

THE FALL OF THE VATICAN (La caduta del Vaticano)

Fonte con traduzione dell’autore Leo Zagami:

The Fall of the Vatican

L’articolo di Mercoledi scorso su Repubblica, che ha visto il Papa annunciare per l’ennesima volta la non esistenza dell’inferno, sta continuando a scioccare.
Secondo papa Francesco le anime che non si pentono “non vengono punite. Non possono essere perdonate” e difatto “scompaiono”. Non esiste un inferno, esiste per il Papa solo “la scomparsa delle anime peccatrici”.

Giovedi 29 marzo 2018, la Santa Sede corre improvvisamente ai ripari dicendo che quanto riportato da Eugenio Scalfari, fondatore di Republica è solo il frutto di una sua ricostruzione personale della parole del Santo Padre, ma già nel dicembre 2013, a pochi mesi dopo l’elezione al Soglio di Pietro del cardinale Jorge Mario Bergoglio, Scalfari aveva affermato senza peli sulla lingua «un Papa che abolisse il peccato ancora non si era visto».

Scalfari, che viene percepito da anni come un confidente del Papa, ha praticamente ripetuto quanto Papa Francesco aveva già detto in più occasioni, anche pubblicamente, arrivando a abolire nell’ottobre dello scorso durante l’Udienza generale anche il purgatorio, e a ridiscutere il ruolo del paradiso. Quindi questo non è un errore, ma il reiterare di un pensiero eretico del Papa già discusso con Scalfari in diverse occasioni. Tuttavia nello stesso giorno, mentre la notizia della non esistenza dell’inferno da parte del Papa, continuava a fare il giro del mondo, e il Vaticano cercava disperatamente di chiarire i commenti del Pontefice un segnale inaspettato è arrivato dal Cielo. Proprio nel cuore del Vaticano, alcune parti dell’intonaco della navata laterale della basilica di San Pietro, sono improvvisamente cadute a terra, fortunatamente senza creare incidenti, ma terrorizzando i turisti presenti a poca distanza.

La Cappella Sistina è come tutti sappiamo uno dei monumenti più conosciuti della storia grazi ai bellissimi affreschi sulla storia della Cristianità che Michelangelo realizzò sulla volta e poi, 15 anni dopo, sulla parete dell’altare con il magnifico affresco del “Giudizio Universale” con immagini di Angeli che assistono le anime nel momento della morte, e l’accompagnano nel paradiso, o nell’inferno, concetti che il Papa attuale vuole abbandonare.

Masse di turisti che affollavano il Vaticano durante la caduta dell’intonaco da un altezza di almeno 20 metri sono rimaste scioccate, a poca distanza dalla Pietà vaticana di Michelangelo, in quello che gli antichi avrebbero descritto come un cattivo presagio. La Beata Anna Katharina Emmerick (1774 –1824) che è stata una monaca cristiana e mistica tedesca, venerata come beata dalla Chiesa cattolica, annunciò in una delle sue visioni più apocalittiche la distruzione della Basilica di San Pietro: “Quando vidi la Chiesa di San Pietro nel suo stato di demolizione e come tanti sacerdoti lavoravano pure all’opera di distruzione.”

Nel frattempo, come se nulla fosse, molti idioti contemporanei presenti durante l’incidente in Basilica hanno subito preso il loro telefono e si sono messi a fare video, foto e selfie, senza preoccuparsi dello scampato pericolo, forse creato dalle parole eretiche di Papa Francesco. Lo stesso Papa che in quelle stesse ore stava compiendo un altro gesto di sottomissione all’Islam lavando e baciando i piedi a due islamici durante il rituale della lavanda dei piedi nel carcere di Regina Coeli.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog