attualita' posted by

Per Schaeuble la Grecia non è abbastanza competitiva.

0,,18235932_401,00

In un’intervista dell’Economist di oggi, il ministro delle finanza tedesco ha ribadito che la Grecia deve far ancora di più per essere competitiva e guadagnarsi la “salvezza” nel paradiso dell’eurozona. Ovvero per lo sblocco di nuovi crediti da parte del Bruxelles Group (ex TROIKA) affinchè Atene non si doti di una sua sovranità monetaria, che sarebbe la strada per la vera salvezza del Paese.
Le “riforme” per tranquillizzare i creditori della Grecia, basta ragionarci sopra, sono appunto una garanzia per quest’ultimi e certamente non un vantaggio per i debitori, ovvero i cittadini greci. Pertanto “riforme” significa prestiti ma a patto che vengano ridotte le spese dello Stato, partendo dalle pensioni, salari, licenziamenti statali, tagli al welfare ed aumento aliquote, come vorrebbe ora fare Tsipras, tassando i pagamenti in contante per favorire l’uso delle carte di credito  (si raschia il barile per mantenere questo sistema monetario). Questi fattori portano inevitabilmente ad essere competitivi nel contesto del commercio estero, dal momento che la distruzione della domanda interna agisce da recupero di quella competitività erosa dall’euro, che anche se svalutato rispetto a sei mesi fa, per la Grecia poco cambia, dal fatto che la maggior parte del suo commercio estero è all’interno dell’euroza.
La Grecia, a differenza di quanto ha detto Schaeuble è diventata molto più competitiva, dall’inizio della sua crisi risalente al 2010. Di sotto i grafici che provano tutto ciò:

greece-labour-costs

Il costo del lavoro crollato. Quindi i greci si sono “adattati alla flessibilità” La famosa svalutazione del lavoro a causa della moneta rigida.

greece-minimum-wages (1)

Minimo salariale quindi è crollato…

greece-unemployment-rate (1)

Con salari più bassi, la disoccupazione si è impennata.

greece-consumer-spending

I consumi sono crollati.

greece-inflation-cpi (3)

I prezzi sono scesi e dal 2012 che la Grecia è in deflazione, quindi competitiva.

Ovviamente, questi fattori recessivi, innescati dall’imposizione di politiche d’austerità, portano a rendere i debiti insostenibili, tra cali del pil e deflazione, quindi ad un avvitamento dell’economia.

Pertanto  cos’altro deve ancora fare la Grecia? 
Schiavitù?, sicuramente questa rappresenterebbe il massimo della competitività…

 

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog