attualita' posted by

Per prevenire altre tragedie in mare, più sovranità africana altro che più Europa.

Cattura didsdsatr5
Come riportato sulla mappa, in quel punto è accaduto il disastro di ieri, dove hanno trovato la morte, tra i 700 e 900 deportati a poche decine di miglia dalle coste ed acque libiche.
Deportati, perchè l’immigrazione forzata è un atto pianificato dalle elites mondialiste con la complicità dei governi fantoccio,  con l’obbiettivo di mettere in competizione i lavoratori europei assieme a disperati disposti ad essere sfruttati pur di sopravvivere. Il fine è di svalutare il lavoro e quindi l’immigrazione forzata rappresenta la materia prima del concetto di mercantilismo che tanto piace oggi alla sinistra europeista e che trova una logica nel perseguire competitività secondo lo schema dell’eurozona.
Inoltre,  il luogo dove è avvenuta la tragedia è in Libia, quindi NON nel canale di Sicilia, come riportato dai vari mezzi d’informazione, i quali , usando il termine “Canale di Sicilia” vogliono far credere che sia avvenuto in acque nazionali.
Cattura canale
Questo schema mediatico, serve per fomentare tra la popolazione italiana, quel senso di colpa per farci accettare l’invasione, ripeto programmata di disperati per attuare quel dumping socio-economico, importando persone dai bassi tenori di vita.

In questo quadro di guerra sociale, la politica italiana ed europea (quella politicamente corretta), non vorrà mai risalire alle cause di quanto è successo ieri, nè trovare delle valide soluzioni.

E proprio ora con la Libia destabilizzazta, che i flussi migratori difficilmente si arresteranno. Dalla fine del regime di Gheddafi, ad oggi gli sbarchi in Italia dalla Libia sono passate da 4400 a 140.000 secondo i dati della fondazione Migrantes.

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog