attualita' posted by

#Noisiamosovrani … ma pensiamo di essere schiavi di Fabio Conditi

 

Nella splendida cornice dell’Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, ho aperto il convegno “Società, economia e moneta positiva” con questa frase : “Noi siamo sovrani … ma crediamo di essere schiavi”.

Parafrasando Karl Marx : “La maggior parte degli schiavi crede di essere tale perché il potere è il Potere, non si rende conto che in realtà è il potere che è Potere perché essi sono schiavi“.

Perchè questo è il vero problema, la mancanza di consapevolezza della nostra forza e del nostro potere sia individuale che collettivo.

Basterebbe essere convinti di essere sovrani ed uniti nel combattere il vero nemico, per cambiare completamente la nostra vita, ma dobbiamo credere nella nostra forza ed essere capaci di immaginare una società diversa e nuova.

  • Se seguitiamo a “vedere” una società oppressiva che ci rende schiavi, se seguitiamo a “pensare” che i Trattati Europei sono coercitivi e vincolanti, se seguitiamo a “credere” che il potere finanziario è indistruttibile, noi seguiteremo ad essere schiavi.
  • Se cominciamo a “vedere” una società nuova dove gli individui sono un valore, se cominciamo a “pensare” che i Trattati Europei hanno obiettivi di piena occupazione e progresso sociale, come la nostra Costituzione, se cominciamo a “credere” che il potere finanziario è basato sul niente, noi cominceremo ad essere sovrani.

Perchè in realtà la sovranità è ancora dello Stato, cioè di tutti noi, e possiamo esercitarla quando e come vogliamo, nel pieno rispetto non solo della nostra Costituzione, ma anche dei Trattati Europei che abbiamo firmato.

Il grande Antonio Maria Rinaldi lo ha chiarito in modo molto suggestivo: “La sovranità appartiene al popolo. E chi si è permesso nella storia di andare contro questo … non ha sbattuto (la testa) … gliel’hanno trovata distante dal corpo“.

https://www.facebook.com/conditi.fabio/videos/563033880776883

Non vi anticipo tutti i temi che abbiamo trattato nel Convegno “Società, economia e moneta positiva”, perchè preferisco li vediate ed ascoltiate personalmente nel video integrale che ha realizzato Claudio Messora e la splendida squadra di Byoblu.

In questo articolo vi voglio raccontare quello che purtroppo il video non riuscirà a trasmettervi.

Intanto la sintonia tra i relatori, persone provenienti da storie ed esperienze diverse, tutte però accomunate dalla stessa convinzione che sia necessario cambiare l’attuale sistema per crearne una altro più vicino alle esigenze delle persone e non dei mercati finanziari.

Ringrazio Antonino Galloni, Steve Keen, Giovanni Zibordi, Marco Cattaneo, Antonio Maria Rinaldi e Orango Riso per avermi assecondato in questa avventura, ma soprattutto per avermi regalato la sensazione di essere un gruppo capace di far risuonare le corde razionali ed emotive del pubblico che partecipava all’evento.

Perchè il miracolo che è avvento nella Sala dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati, è stata la grande energia che si è prodotta e che si è trasmessa tra spettatori e relatori, scandita certo dagli applausi, ma in realtà caratterizzata dal calore e dall’entusiasmo che si sono generati durante tutto l’incontro.

E’ quello che accade nei concerti sinfonici, dove la grandezza dei singoli maestri si fonde in una unica sinfonia che coinvolge il pubblico generando una esperienza unica e rigenerante.

Parleremo nel dettaglio delle singole proposte nei prossimi articoli, per ora godetevi il concerto nella sua complessità per riuscire a percepire la novità sconvolgente :

#Noisiamosovrani … e siamo liberi di scegliere il nostro futuro.

Fabio Conditi – Presidente dell’associazione Moneta Positiva

http://monetapositiva.blogspot.it/

Fonte: www.comedonchisciotte.org

03.12.2018


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog