attualita' posted by

Nel caos totale, i soldati USA iniziano a ritirarsi dall’Aeroporto. E la CIA incontra i talebani..

 

La strategia Biden per la ritirata dall’Afghanistan è partita male, proseguita peggio e rischia di terminare nell’orrore. Intanto iniziamo a dire che i soldati USA, giunti all’aeroporto Karzai nelle ultime due settimane per aiutare all’evacuazione dei cittadini americani hanno iniziato la ritirata per rispettare l’ultimatum dei talebani che viene a scadere il 31 agosto:

Biden ha detto, sull’Afghanistan, che il ritiro entro il 31/8 “Non è una resa ai talebani“, ma oggettivamente, nella realtà dei fatti, lo è. Tra l’altro bisogna vedere se i britannici e i francesi si accoderanno agli USA o termineranno le operazioni di evacuazione ancora in corso. Dato che il tema è piuttosto esecrabile il presidente ha cercato di parlare il più possibile di economia ed ha cercato di scaricare le responsabilità, per quanto possibile, sul G7 e sugli altri paesi. Come a dire che lui scappa, ma scappano anche gli altri. Ha cercato anche di scaricare la responsabilità su Trump, naturalmente senza prove. Biden come sempre non ha accettato domande dai giornalisti e appena letto il discorso è scappato dalla conferenza stampa.

La resa degli Stati Uniti, un tempo potenza orgogliosa, è stata trattata direttamente dal direttore della CIA Burns che ha segretamente incontrato il leader de facto dei talebani Abdul Ghani Baradar. Questi ha imposto la dta del 31 come definitiva e gli USA, sconfitti, si sono adattati. Biden ha affermato che vuole evitare perdite nei soldati di guardia all’aeroporto, finalità lodevole, che v perfettamente contro quello che ha fatto come vicepresidente con Obama e che lascia gli afgani abbandonati a se stessi.

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal