attualita' posted by

La Finlandia si prepara al distacco dal gas russo in caso di adesione alla NATO

 

La Finlandia è pronta a essere la prossima a cui la Russia interromperà le consegne di gas ai membri dell’Unione Europea, se questo paese dovesse decidere entro settimane di entrare a far parte della NATO. “La Finlandia è preparata alla possibilità che le consegne di gas dalla Russia cessino”, ha detto a Reuters il ministro finlandese degli Affari europei Tytti Tuppurainen.

La Russia ha già interrotto la fornitura di gas naturale a due membri dell’UE per l’insistenza sui pagamenti del gaas su Gazprombank in Russia. La scorsa settimana, Gazprom ha interrotto le consegne di gas in Polonia e Bulgaria, affermando che la fornitura è stata interrotta “a causa dell’assenza di pagamenti in rubli”.

La Finlandia ha rifiutato di pagare in rubli, il che potrebbe comportare l’interruzione della fornitura russa, tanto più che la Russia ha avvertito la Finlandia, così come la Svezia, che era meglio non chiedere di aderire alla NATO.

L’invasione russa dell’Ucraina ha spinto i membri dell’UE precedentemente relativamente neutrali, Finlandia e Svezia, a prendere in considerazione l’adesione all’alleanza militare occidentale. La Russia, da parte sua, ha citato l’espansione della NATO ai suoi confini come motivo per considerarla una minaccia ai suoi interessi.

Sia la Finlandia che la Svezia dovrebbero decidere se fare domanda per l’adesione alla NATO nelle prossime settimane. Nel frattempo, mercoledì un elicottero dell’esercito russo ha violato lo spazio aereo della Finlandia, secondo un portavoce del ministero della Difesa finlandese.

Per non aggiungere altra tensione, giovedì la NATO ha annunciato che fornirà maggiore sicurezza e aumenterà la sua presenza nel Mar Baltico mentre viene deciso il destino dell’adesione della Finlandia e della Svezia alla NATO.

Attualmente la Finlandia ottiene fino al 70% del gas  dalla Russia, ma il gas non ha un grande peso nel mix energetico finlandese.

Preparandosi per essere tagliata fuori dal gas russo, la Finlandia si sta preparando a utilizzare fonti di energia alternative. Il mese scorso, il Comitato ministeriale per la politica economica del governo ha raccomandato alla Finlandia di noleggiare una grande nave terminal per il gas naturale liquefatto (LNG) in collaborazione con l’Estonia.

“A seguito della guerra in Ucraina, dobbiamo anche essere preparati all’interruzione delle importazioni di gas. Un terminale LNG galleggiante è un modo efficace per garantire l’approvvigionamento di gas per il nostro settore”, ha affermato ad aprile il ministro degli Affari economici Mika Lintilä.

Comunque le risorse naturali della Finlandia sono notevoli, e la popolazione è di soli 5,5 milioni di abitanti, un decimo di quella italiana. Non sarà un grosso problema per lei trovare fonti energetiche alternative.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!
PayPal