attualita' posted by

IMMUNITA’ DA CORONAVIRUS: QUANTO E’ POSSIBILE?

Una delle teorie su cui si basa l’allentamento delle misure di quarantena prese sinora è il progressivo raggiungimento dell’immunità di gregge,cioè che, almeno in alcune aree, il numero di ammalati, guariti ed immuni sia talmente alto da rendere la popolazione fondamentalmente immune a nuove epidemie. Su questa teoria si sono basate le politiche in Svezia ed in Olanda, ad esempio, anche se poi, ad un certo punto, hanno dovuto fare retromarcia.

Il problema è che non è molto chiaro se ed in quale misura si venga a creare questa immunità. Secondo quanto scritto dall’università di Fudan a Shanghai,  questa sarebbe molto minore di quanto ora si pensi. Compiendo uno studio su 175 persone dimesse dopo un ricovero per Covid-19 con effetti medi si è notato che un terzo dei pazienti non ha sviluppato una resistenza al virus. SI tratta principalmente dei pazienti più giovani, in quanto quelli di mezza età e più anziani invece sono stati in grado di sviluppare una risposta adeguata.

Premettiamo che lo studio non è stato ancora rivisto a livello accademico e che richiede di essere completato da una raccolta di dati a livello mondiale, proveniente da altre aree. Inoltre lo studio non ha riguardato i pazienti più gravi che hanno spesso ricevuto la sieroterapia, cioè  un’infusione di anticorpi esterni che verrebbe a falsare i dati della rilevazione.

La ricerca deve essere validata, ma se confermata a livello internazionale verrà a modificare l’approccio alla “Fase 2”, perchè il numero di immuni sarà molto inferiore a quanto atteso. Inoltre i giovani potrebbero essere quelli più esposti ad una eventuale nuova ondata del virus, perchè avrebbero sviluppato una immunità molto minore.


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Seguici:

RSS Feed