attualita' posted by

IL PROBLEMA PENSIONISTICO ITALIANO? UNO SCHERZO , SE CONFRONTATO CON QUELLO USA (e non c’è soluzione)

 

Se riteniamo che il problema pensionistico, quello che dovrebbe essere risolto dai migranti economici, sia un’esclusiva italiana, ci sbaglieremmo sicuramente di molto. Si tratta di un problema comune a tutti i paesi occidentali, anche di quelli che ritengono, essendosi affidati a sistemi privati, di essere coperti da qualsiasi rischio.

Il sistema di sicurezza sociale degli USA sta per terminare i soldi. Si tratta di un servizio che garantisce il pagamento delle pensioni a decine di milioni di cittadini, in integrazione a quelli che sono i risparmi effettuati attraverso il “401k”, il risparmio privato. Il governo a stelle e strisce ha calcolato che il debito derivante da questi impegni è pari a 46  mila miliardi di dollari, due volte il debito complessivo degli USA, o tre volte il prodotto interno lordo. 

Come ha fatto a cumulasi questo enorme debito sociale:

a) la produttività del lavoro non è cresciuta come atteso dalle previsioni governative

b) il tasso di fertilità  calcolato in modo previsionale dai Servizi Sociali, era pari a 2,2 figli per donna, mentre quello reale è molto inferiore, per cui vi sono meno risorse che possono derivare dal lavoro dei futuri cittadini ;

c) i bassi tassi di interesse, che rendono non adeguati gli investimenti effettuati per coprire i servizi sociali stessi.

Quindi la previdenza sociale è un problema mondiale, non solo italiano. Anzi , paradossalmente, il sistema italiano è fra quelli più razionali e sostenibili. Se non si trova una soluzione il debito di quello USA non è pagabile, in nessun modo. La soluzione può venire però solo o da un cambiamento del tasso di crescita dell’economia, oppure da un cambiamento della resa degli investimenti, fattori incompatibili allo stato attuale.

 

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog