attualita' posted by

Il parlamento tedesco vota la nuova “legge sulla salute” restrittiva. Manifestazioni e scontri in piazza

 

 

Il Bundestag ha approvato la nuove legge federale per la sicurezza sanitaria con i voti di CDU, CSU e SPD dopo un lungo dibattito in plenaria. Questi includono ampie restrizioni all’uscita dalle 22:00 alle 5:00, chiusura delle scuole e regolamenti più severi per le imprese.

342 parlamentari hanno votato per appello nominale per il freno di emergenza, 250 contro e 64 si sono astenuti.

Le modifiche alla legge conferiscono al governo federale il potere di ordinare restrizioni e segregazione personale per il covid-19, modificando dei poteri che sinora erano demandati agli stati federali o, al massimo, esercitati in cooperazione dal consiglio che li vedeva parte delle decisioni. Invece, da ora in poi, saranno di competenza dello Stato centrale. 

La norma prevede che le scuole andranno a distanza oltre i 160 casi per 100 mila abitanti per 10 giorni, mentre  già a 100 casi per 100 mila scatteranno una serie di forti restrizioni ai movimenti.

Anche in parlamento la norma non è passata completamente liscia, con la FDP i liberali, che già annunciano ricorso alla Corte Costituzionale.

Anche sulla piazza non è andato tutto bene, con massicce dimostrazioni che hanno coinvolto migliaia di persone che hanno cercato di avvicinarsi al parlamento

Il tutto è finito poi con scontri con la polizia e vari arresti nella zona dello Zoo di Berlino, come si può vedere dal video seguente.

Sembra che in Germania stiano tornando i bei, vecchi tempi. Quelli in cui tanti avevano delle ordinate camicie brune…

 

 


Telegram
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di Scenari Economici.

⇒ Iscrivetevi subito


Sostieni ScenariEconomici.it

Fra Mass Media ormai completamente uniformati ai bollettini di informazione del Potere, Scenari Economici rimane una voce che presenta opinioni libere ed indipendenti. Aiutaci a crescere ed a farci conoscere, sia condividendo i nostri contenuti, sia, se vuoi, con una donazione. Grazie!

PayPal