attualita' posted by

Il Grexit auspicato dalla Germania.

download
Il paradosso della lunga vicenda greca è quella  che una parte della Germania, è a favore delle ultime affermazioni del ministro delle finanze Schauble, ragioni  puramente macroeconomiche, al di fuori da ideologie, provenienti un falco dell’austerità e non una formazione di sinistra o di destra sovranista. Sia a livello dei trattati europei che all’interno della logica stessa dell’euro, le riduzioni dei debiti pubblici sono impossibili. Oltre all’aspetto normativo, l’euro è una moneta debitogena per il fatto che qualsiasi Stato si debba finanziare tramite una banca centrale non appartenente allo Stato stesso e in una moneta che non emette , quindi impossibilitato a controllare o meglio monetizzare il proprio debito. Il caso greco poi è emblematico, per finanziarsi deve pagare tassi da usura o in alternativa prendere soldi in prestito detti “aiuti” ma in cambio di pesanti riforme, le quali sono recessive, che deprimendo il pil faranno volare il rapporto % con il debito pubblico.
greece-government-debt-to-gdp (1)
In sostanza, l’austerità, logica conseguenza dell’euro, per poter anche e soprattutto  recuperare competitività, provocherà sempre un aumento del debito pubblico. Ecco perché il ritorno alla dracma permetterebbe, oltre alla monetizzazione del debito, anche un alleggerimento di quest’ultimo perché ripagato con moneta svalutata ed emessa dal debitore stesso. Il ministro delle finanze tedesco per motivi politici non può parlare di ritorno alla dracma definitivo, ma già citare una sovranità monetaria a tempo determinato rimane sufficiente perché la sinistra con il loro Tsipras siano sorpassati da un falco, il quale ammette che finché si rimane nella moneta unica, nulla sia riformabile, per buona pace di coloro che predicano la fine dell’austerità senza rinunciare ad uscire dall’eurozona.
Ovviamente il discorso vale anche per l’Italia, che dall’epoca delle riforme montiane, il nostro debito è volato…

Comments are closed.

comments powered by Disqus
RSS Feed

Archivi

Ebuzzing - Top dei blog - Economia e finanza
Ebuzzing - Top dei blog